Covid, il virus fa paura. Nuova stretta su Termoli: vietato l’asporto. Chiuse le chiese

Il sindaco di Termoli, Francesco Roberti, ha firmato una nuova ordinanza che entrerà in vigore dalla giornata di domani, 22 febbraio, fino al prossimo 6 marzo. Vietato l’asporto, chiuse le chiese e i funerali saranno consentiti solo all’interno della cappella del cimitero. “Risulta fondamentale evitare gli spostamenti”, le dichiarazioni del primo cittadino di Termoli. “In considerazione dello stato di emergenza, al fine di contenere la diffusione dei contagi, ho provveduto a firmare una ordinanza con misure più restrittive dal 22 febbraio e per 10 giorni ci saranno ulteriori chiusure di altre attività”. 

Le disposizioni vietano: 

  1. L’asporto e fa restare consentita la sola consegna a domicilio 
  2. Chiusi parrucchieri, barbieri e centri estetici
  3. Interdetto l’ingresso nelle chiese ma consentiti i funerali nella cappella cimiteriale 
  4. Vietate tutte le attività sportive ma consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione 

“Continuiamo a tenere alta la guardia con mascherine e distanziamenti, evitiamo di frequentare luoghi chiusi – ha affermato Roberti – e tutte le azioni che possono consentire i contagi. La variante che sta circolando in città è più diffusiva e virulenta e le patologie sono più gravi di quello che abbiamo potuto osservare finora e colpisce una fascia più ampia di cittadini anche i giovani”.