Covid e variante Delta: Governo pensa a Green Pass obbligatorio per discoteche e ristoranti al chiuso

Possibili sanzioni: per i clienti multa fino a 400 euro e stop di 5 giorni per le attività

Covid e variante Delta, con l’aumento dei contagi molti Paesi europei stanno ricorrendo a nuove limitazioni. In Italia al momento ricoveri e terapie intensive rimangono su numeri stabili. Il governo, in ogni caso, pensa all’obbligatorietà del green pass per alcuni luoghi più soggetti ad assembramenti. Il provvedimento potrebbe entrare in vigore già da fine luglio: l’obiettivo sarebbe quello di mantenere l’Italia in zona bianca almeno fino al 15 agosto e scongiurare la chiusura delle attività. Martedì 20 luglio potrebbe svolgersi la cabina di regia per definire i dettagli. Nel decreto dovrebbero trovare spazio anche i nuovi parametri per stabilire le fasce di rischio. Il green pass sarà rilasciato a chi ha effettuato la doppia dose, è guarito dal Covid o ha un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Per viaggiare sarà necessario: bisognerà mostrarlo prima di prendere treni, navi e aerei. Per palestre, centri sportivi, stadi, eventi, convegni e spettacoli, invece, sarà necessario. Il green pass dovrà essere esibito al momento di entrare nei luoghi a rischio o di salire a bordo. In caso di controllo delle forze dell’ordine, chi ne è sprovvisto potrebbe rischiare una multa fino a 400 euro e il gestore dell’attività potrebbe subire la chiusura per 5 giorni.