Covid e isolamento, tende da campo davanti alla Pistilli su richiesta degli operatori: Comune e Protezione Civile al lavoro

Dopo l’ordinanza sindacale emessa nei giorni scorsi dal sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, con la quale si stabiliva, per tutti gli ospiti e gli operatori della Casa di Riposo “PISTILLI” in via Delle Frasche, l’isolamento cautelare presso la medesima struttura con effetto immediato, per venire incontro alle necessità degli operatori e dei lavoratori che da mercoledì 20 ottobre si trovano a non poter lasciare la struttura di via Delle Frasche, il sindaco Gravinasu richiesta degli stessi operatori e lavoratori, si è attivato per richiedere alla Protezione Civile la possibilità di agevolare il più possibile il loro periodo di soggiorno ininterrotto nella struttura, attraverso la messa a disposizione di una o più tende da campo idonee e perfettamente strutturate che rendano logisticamente più facile l’organizzazione degli spazi nei quali gli operatori dovranno passare altri giorni, in attesa delle successive disposizioni sanitarie che saranno impartite.

L’impegno encomiabile degli operatori e dei lavoratori della Casa di Riposo “Pistilli”, svolto con grande professionalità e dedizione per tutto il periodo pandemico a favore degli ospiti della struttura, – ha sottolineato il sindaco – sta permettendo agli stessi ospiti di vivere con serenità anche questi giorni più complicati. Grazie alla collaborazione e alla disponibilità della Protezione Civile regionale, in seguito alla richiesta di intervento che ho formulato alla Sala Operativa della Protezione civile regionale, potremmo adesso fornire agli operatori e ai lavoratori che si ritrovano a non poter lasciare la struttura di via Delle Frasche, degli ulteriori spazi più funzionali dei quali usufruire in attesa di poter tornare alle loro regolari abitudini di vita e lavorative. 

Ovviamente – ha precisato il sindaco – ho avvisato ufficialmente di ciò il Consiglio d’Amministrazione della Pistilli, ribadendo anche quanto, in una situazione particolarmente delicata come questa, sia necessario ed auspicabile ricevere, da parte della struttura, un costante e ufficiale flusso informativo sull’andamento della situazione nel suo complesso.”