Covid a Roccavivara, il sindaco Antenucci fa chiarezza: “Nessun ritardo”

In seguito alla nota diffusa questa mattina da ‘Roccavivara Oltre’, il sindaco del comune, Franco Antenucci, ha inteso effettuare alcuni chiarimenti: “Mi preme chiarire – ha detto al Quotidiano il sindaco Antenucci – che il ragazzo risultato positivo è stato assegnato al comune di Campobasso perché residente nel capoluogo di regione. Ha indicato come domicilio per la quarantena il comune di Roccavivara perché in paese ci sono i genitori. Io non ho avuto alcuna comunicazione da Asrem di un caso di positività in quanto il ragazzo è stato preso in carico dal comune di Campobasso. Da Asrem ho ricevuto una nota, il 19 maggio, per un rientro effettuato il 16 maggio di una persona che come domicilio ha indicato Roccavivara. Per essere ancora più chiari – ha proseguito il sindaco – il ragazzo appena rientrato ha seguito il protocollo, mettendosi in quarantena e segnalandosi all’Asrem. E’ stato chiamato per l’effettuazione del test sierologico che, sfortunatamente, è risultato positivo. Da qui è stato effettuato anche il tampone molecolare che ha confermato la positività. Tutto questo nei giorni successivi al suo rientro. La mia intenzione – ha concluso il sindaco Antenucci – non è quello di alimentare polemiche, che non sono indicate in un momento d’emergenza, ma soltanto di fare chiarezza. Cosa che farò anche in consiglio comunale”.