Coronavirus, primo caso a Campobasso: è uno studente rientrato da Milano

«Sono circa 400 le persone tornate dal nord Italia cui raccomandiamo – si legge in una nota del presidente Toma – di comunicarlo e di non muoversi da casa per tutta la quarantena»

CAMPOBASSO. Uno studente di Medicina dell’Università del Molise, rientrato da Milano a Campobasso, è risultato positivo al Coronavirus. La conferma è arrivata dall’Asrem e dalla Regione Molise tramite il governatore, Donato Toma. Si tratta del primo caso in assoluto registrato nel capoluogo di regione molisano.

«Primo caso positivo a Campobasso – si legge in una nota del presidente Toma – si tratta di una persona proveniente da Milano. Sono circa 400 le persone che, nei giorni scorsi, hanno fatto rientro in Molise dalle zone rosse e arancioni del Nord Italia. Per esse la raccomandazione è sempre la stessa: comunicare il loro rientro, laddove non lo avessero ancora fatto, non muoversi assolutamente da casa per tutto il periodo della quarantena, evitare qualsiasi contatto al di fuori della propria abitazione, anche con i parenti più stretti, raccordarsi costantemente con le autorità sanitarie», ha concluso il governatore.