Contro odio e violenza, Romagnuolo: “Si condanni qualsiasi regime totalitario e autoritario”

Contrastare fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza in tutte le loro manifestazioni di tipo razziale, etnico nazionale, religioso, politico e sessuale: a richiederlo, per mezzo di una mozione, la consigliera regionale Aida Romagnuolo. 

L’inquilina di palazzo D’Aimmo sollecita il governatore e tutta l’amministrazione regionale ad esprimere totale adesione morale e politica ai principi ribaditi a livello europeo e che condannano ogni totalitarismo. Una posizione da trasmettere poi al Consiglio dei Ministri. L’impegno è indirizzato, inoltre, a celebrare il 23 agosto come la Giornata europea di commemorazione delle vittime dei regimi totalitari e a sensibilizzare le generazioni più giovani sul tema, coinvolgendo tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio. 

“È fondamentale affermare la cultura di una memoria condivisa che respinga i crimini nazisti, comunisti, fascisti e stalinisti e qualsiasi regime totalitario e autoritario del passato – ha rimarcato la consigliera Romagnuolo –  Ciascuno Stato deve condannare e contrastare la negazione dell’Olocausto, la banalizzazione e la minimizzazione di certi e tanti altri fatti. La civiltà di ogni popolo – ha concluso – deve partire anche da qui per garantire il rispetto della democrazia, la libertà di espressione, la tutela di ogni singolo individuo”.