Contrasto ai reati nell’agroalimentare, Ruta presenta un ddl in Senato

Combattere in modo pi? efficace gli illeciti nell?agro-alimentare, attraverso modifiche alla normativa in materia. E? questo l?obiettivo del disegno di legge, depositato ieri mattina in Senato da Roberto Ruta e sottoscritto da altri 34 senatori.
?L’agro-alimentare, – sottolinea il senatore Pd – rappresenta un settore strategico e trainante per l’intera economia nazionale, avendo nei prodotti Made in Italy gli ambasciatori pi? convincenti del nostro territorio, tanto da far registrare negli ultimi anni crescenti esportazioni e solide prospettive di incremento dei volumi d’affari.
? proprio tale circostanza, da ascrivere all’unicit? ed alla qualit? dei nostri prodotti ed all’elevato grado di controlli su tutte le produzioni, che scatena l’attenzione e gli interessi della criminalit? organizzata e non, nazionale ed internazionale?. Questa, come spiega Roberto Ruta, ?negli anni ha intensificato le attivit? illegali proprio in questo settore, realizzando numerose fattispecie di reato, quali contraffazioni, falsificazioni, alterazioni, sofisticazioni, adulterazioni, anche attraverso il fenomeno del cosiddetto ?Italian Sounding?, con un giro di affari parallelo e crescente stimato in circa 14 miliardi di euro?.
?Vittime degli illeciti nel settore agro-alimentare – spiega Ruta – sono prevalentemente gli operatori italiani di prodotti di qualit? regolamentata, tra cui certamente quelli a denominazione di origine e a denominazione protetta o il comparto del biologico, cio? categorie di prodotti che, per loro natura, dovrebbero offrire una maggiore garanzia di sicurezza alimentare, parametro che costituisce il principale criterio di scelta per otto italiani su dieci?.
La legge 23 luglio 2009, n. 99, ha introdotto nel codice penale il delitto di contraffazione di prodotti alimentari con indicazioni geografiche e denominazioni di origine protetta (art. 517- quater, c.p.). Analogamente, con la medesima legge, ? stata prevista la competenza della Procura distrettuale antimafia per il reato previsto di associazione per delinquere, finalizzato alla commissione dei delitti di contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali e di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.
Tuttavia, secondo Ruta, ?la necessit? di una pi? decisa azione sia di contrasto alla contraffazione dei marchi di qualit? e all’agro-pirateria nelle varie forme sia di deterrenza in generale dei crimini agro-alimentari, richiede l’introduzione di ulteriori interventi e modifiche dell’attuale normativa a tutela del settore, come suggerito formalmente anche dai vertici della Guardia di Finanza nelle audizioni parlamentari?.
?Si tratta – come spiega il senatore Pd – di interventi mirati, di modifiche ed accorgimenti in grado di rendere pi? efficace l’azione degli inquirenti e delle forze di pubblica sicurezza, nel contrasto alle fattispecie delittuose richiamate, la tutela dei produttori italiani che agiscono nel rispetto della normativa, ma ancor di pi? – conclude – la tutela dei cittadini consumatori dei prodotti?.