Contrade, previsti interventi su illuminazione e manto stradale. Ma tante aree rischiano di dover attendere

“Nelle prossime settimane, con l’arrivo della primavera partiranno diversi lavori su illuminazione e manto stradale in diverse zone della città, comprese periferie e contrade”. Parola dell’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Amorosa che, incalzato a più riprese sulla situazione di abbandono in cui versano punti della città non nevralgici, ha voluto fare una prima rassicurazione su quelle che saranno le mosse di Palazzo San Giorgio per arginare l’emergenza.

Il 2022, in tal senso, sembra porre la questione in maniera naturale: serve tanto lavoro. Si partirà con l’illuminazione pubblica e lo stanziamento di fondi per circa 200 punti luce. Rifacimento del manto stradale previsto invece in c.da Santa Lucia, c. Da Coste di Oratino e nei pressi della rotatoria campo Coni di Selvapiana.

Restyling marciapiedi in via De Pretis, via Scardocchia, via S. Antonio dei Lazzari, via Principe di Piemonte. “Tutto dovrebbe avviarsi in primavera”, ha assicurato l’assessore. Un grosso punto interrogativo, tuttavia, permane su aree ancora dimenticate e non interessate dagli interventi più immediati. Diverse le battaglie in Consiglio comunale, con Lega e Pd in prima linea nel chiedere all’amministrazione di accelerare. In Contrada Calvario, Colle Arso, parte di Colle delle Api così come in contrada Macchie, al centro di diverse segnalazioni sparse e tanto per citarne alcune, si assiste ad una situazione preoccupante, con strade colabrodo, talvolta pericolose e sprovviste di impianti di illuminazione adeguato. Un problema, cronico, che si trascina da anni.