Conte bis, il ministro Provenzano vicino al Molise. La Fanelli: «Saprà aiutare la nostra terra»

Il titolare del dicastero del Sud legato alla nostra regione e al Pd locale

In mattinata il giuramento del governo Conte 2 con i 21 ministri che hanno promesso fedeltà alla Repubblica e alla Costituzione. Tra questi ce ne sono alcuni legati a doppio filo al Molise. Il primo è il neo ministro degli Affari regionali Boccia, professore Unimol. C’è poi il neo titolare del dicastero del Sud Giuseppe Provenzano molto legato alla nostra terra e al Pd locale, principalmente all’ex segretario del partito e attuale consigliere reginale Micaela Fanelli. 

«La mia preoccupazione principale – ha commentato – con il Governo a trazione leghista, era quella di un modello divisivo. In Europa, verso il Mediterraneo, verso il Sud. Oggi, la gioia più grande, è averlo bloccato. E rilanciato il concetto opposto, con giovani, donne e persone che guardano ad avvicinare e non a dividere. 

Penso in particolare al Sud. Al mio carissimo amico di tante battaglie Giuseppe Provenzano che, anche grazie alle insistenze di molti di noi, guida il Ministero più importante per una regione come la nostra. Perché è colui che sovraintenderà ai fondi, al ritorno del Molise nell’obiettivo 1, al tema delle risorse per gli investimenti e quindi per il lavoro. E ha sempre e convintamente sostenuto la SNAI. 

Domani a Capracotta – ha proseguito Micaela Fanelli – saremo con gli attori che con lui hanno davvero creduto alla strategia per le aree interne in Europa. E ci sarà anche Luca Bianchi, suo Direttore allo Svimez. 

Insieme, ragioneremo del programma futuro. E sono certa che, a breve, inizieremo a confrontarci anche con il nuovo Ministro agli Affari Regionali Francesco Boccia, che certo non favorirà un regionalismo divisivo. Con Roberto Speranza, Ministro alla Salute, che conosce i problemi delle aree marginali, rispetto alle quali non possono non immaginarsi condizioni speciali per l’esercizio universale del diritto alla salute. Con il Ministro all’Agricoltura Teresa Bellanova, che nei campi del foggiano ha iniziato le sue battaglie per la tutela dei braccianti, contro il caporalato. Con Dario Franceschini che favorirà cultura e turismo per i borghi e per i territori italiani meno battuti. Con il Ministro Paola De Micheli, a cui spetta il compito del rilancio delle Infrastrutture e contribuire, insieme a tutto il nuovo Consiglio dei Ministri, nel dare maggiore umanità e legalità allo spinoso tema dell’immigrazione. E un prezioso contributo al Governo Conte sapranno offrire anche gli amici neo Ministri Lorenzo Guerini alla Difesa, Elena Bonetti alle Pari opportunità, Enzo Amendola agli Affari Europei e Roberto Gualtieri nel fondamentale Dicastero dell’Economia.

Con tutti loro, molte e più volte abbiamo condiviso bisogni e speranze, anche qui in Molise nelle occasioni di incontro e di approfondimento con i militanti del Partito Democratico. E a tutti gli altri membri del Governo, chiederemo impegno e grande attenzione per il Molise che, sono fiduciosa, – ha concluso – sapranno aiutare e accompagnare verso un nuovo sviluppo economico e sociale».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com