Condannato per rapina ed estorsione, i carabinieri arrestano un 49enne

I Carabinieri della Stazione di Termoli hanno tratto in arresto un uomo originario di Campobasso ma dimorante da tempo nel centro termolese, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Larino.

L’ordinanza è scaturita da un provvedimento definitivo di esecuzione pena residua complessiva, derivante da un cumulo pene concorrenti conseguenti a condanne, per complessivi anni 5 (cinque) e mesi 9 (nove), emesse nei confronti dell’arrestato per due distinti episodi criminosi per i quali avevano all’epoca proceduto i Comandi Arma territorialmente competenti sui luoghi delle condotte delittuose. Per il primo episodio risalente al 2014 il prevenuto è stato condannato per i reati di concorso in rapina ed estorsione commessi in Vasto (CH), mentre per il secondo episodio, avvenuto nel 2016, lo stesso è stato invece condannato per furto aggravato, anche stavolta in concorso con altri complici, commesso in Termoli.

Il 49enne quindi, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Isernia per ivi espiare la pena residua, al netto dello scorporo di quanto già espiato in via cautelare, di anni 5 (cinque), mesi 3 (tre) e giorni 10 (dieci) di reclusione in regime carcerario. L’uomo dovrà inoltre pagare una multa pari a 1.240,00 euro ed espiare le pene accessorie dell’interdizione legale per l’intera durata della pena e di quella perpetua dai pubblici uffici.

“Tale risultato dimostra, ancora una volta – si legge in una nota stampa dei carabinieri – l’importanza della perseveranza posta in essere dall’Arma di Termoli, sotto la costante ed attenta direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Larino, nel perseguire tutti i reati, specie quelli che generano maggiore allarme sociale, tra cui rientrano a pieno titolo anche le fattispecie per cui si è proceduto nel caso in questione.