Concorso di colpa paritario: come funziona e chi paga?

Nel mondo delle assicurazioni si parla di “concorso di colpa” quando, a seguito di un sinistro fra veicoli, i conducenti degli stessi si mettono d’accordo a metà o se non ci sono prove sufficienti per attribuire la responsabilità a una delle parti. Questa formula stabilisce a una percentuale di responsabilità dell’uno e dell’altro al 50%.

Alla base del concorso di colpa c’è l’articolo 2054 del Codice civile che detta che in caso di sinistro, fino a prova contraria, si stabilisce che entrambi i conducenti abbiano eguali responsabilità nei danni subiti dai mezzi. Questo fa si che al momento di pagare ognuna delle due parti, cioè la relativa compagnia di assicurazioni, sia costretta a pagare i danni di ogni veicolo al 50%, indipendentemente dall’entità degli stessi (quindi anche se un veicolo non ha subito danni).

Questo vale per qualunque genere di assicurazione che tu abbia, sia essa base, con coperture accessorie, tradizionale o online. Questo è bene specificarlo perché qualcuno ancora non ha ben chiaro che le compagnie assicurative online sono equiparabili a quelle tradizionali, se non per il prezzo dell’RCA che è molto più vantaggioso: calcola l’assicurazione per la tua auto online e scopri di quanto. In tutti i casi, in caso di concorso di colpa è sufficiente una telefonata per essere assistiti da personale qualificato.

Il concorso di colpa incide sul Bonus-Malus?

Secondo la Legge Bersani del 2007, n.40 il concorso di colpa al 50% non va ad incidere in alcun modo sulla classe di merito delle assicurazioni. Senza l’accertamento della responsabilità della persona assicurata la compagnia non può quindi fare nulla, se non annotare nell’attestato di rischio tale corresponsabilità.

Se, tuttavia, nel corso dei 5 anni successivi da quella annotazione la persona fa un incidente con la responsabilità minimo al 51% la compagnia ha facoltà di assegnare il malus anche al primo risarcimento pagato. In sostanza, un altro incidente con colpa avrà gli effetti sul primo sinistro come se fosse stato con responsabilità dell’assicurato. In tutti i casi, trascorsi 5 anni dalla nota di corresponsabilità questa viene cancellata.

Procedura di concorso di colpa

In caso di incidente l’assicurato entro rigorosamente entro tre giorni dallo stesso deve comunicare all’assicurazione quanto avvenuto con il Modulo Blu del CID, indicando tutti i dati delle persone coinvolte e, se possibile, facendolo firmare anche all’altro conducente.

Dopo la segnalazione alle assicurazioni viene fatta un’istruttoria da parte di un giudice e dei periti per accertare se non vi sia una colpa maggiore dall’una o dall’altra parte. Se la colpa è al 50% si parla di concorso di colpa paritario, altrimenti di “effettivo” con percentuali diverse. Il concorso di colpa è un classico di alcune specifiche situazioni in cui è difficile stabilire la dinamica reale.

Nello specifico quando non ci sono rilievi efficaci da parte delle forze dell’ordine e dei testimoni, quando la parola dell’uno è contro la parola dell’altro o, ancora, qualora non si arrivi a un accordo con la compilazione del CID. Il concorso è la soluzione dal momento che non è possibile arrivare a una risoluzione legale corretta, anche se è ovvio che qualcuno la colpa la deve avere.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli