Conad adriatico a fianco di soci e clienti per affrontare la crisi sul fronte costi, energia e consumi

L’impegno dell’azienda nelle parole dell’Amministratore Delegato, Antonio Di Ferdinando,
a pochi giorni dall’allarme lanciato la settimana scorsa a Roma dalle associazioni di categoria della GDO, del commercio e della distribuzione.

Mentre il Governo presenta il piano di gestione dell’emergenza sui consumi energetici nel prossimo inverno, le aziende stanno fronteggiano una situazione critica sul fronte dei costi di gestione, approvvigionamento e crisi dei consumi. Conad Adriatico sta lavorando per fronteggiare questo momento storico al fianco dei propri soci imprenditori e con una rinnovata attenzione alla salvaguardia del potere di acquisto dei cittadini clienti.

Pochi giorni fa l’allarme è stato lanciato da Conad in occasione della conferenza stampa a Roma insieme a Confcommercio, ANCCCOOP, Coop Italia, Federdistribuzione e FidaConfcommercio, a sostegno della quale i punti vendita sul territorio hanno interrotto per 15 minuti l’illuminazione interna e delle insegne esterne, per un simbolico messaggio di richiesta di interventi concreti da parte del Governo verso le imprese del settore.

L’impegno di Conad Adriatico nei territori in cui opera sta mettendo in atto misure concrete a favore dei clienti e a sostegno dei clienti: “la perdita di potere di acquisto delle famiglie, soprattutto per i redditi medio bassi, è una dolorosa realtà che inciderà sulla spesa – ha sottolineato Antonio Di Ferdinando, Amministratore Delegato di Conad Adriatico – mettendo a rischio, soprattutto nel secondo semestre del 2022, 3 miliardi di euro di consumi delle famiglie”.

“Conad Adriatico vuole rispondere in modo costruttivo a questa situazione – ha aggiunto Di Ferdinando – potenziando e dando ancora più rilievo ad una operazione, “Bassi e Fissi”, che dal 2013 rappresenta uno sforzo continuo e concreto di assicurare accessibilità a prodotti di base della spesa degli italiani e stiamo investendo ulteriormente per tenere ancora più competitivi questi prodotti”.

“Ma il nostro impegno – afferma ancora Di Ferdinando – si sta concentrando anche sulle difficoltà che stanno affrontando i nostri soci, con l’aumento vertiginoso dei costi dell’energia e di molti prodotti: un premio straordinario una tantum per l’anno 2022, una misura di supporto alla nostra base sociale per affrontare il presente, tutelare i collaboratori, salvaguardare lo sviluppo futuro”.

Con l’iniziativa “Bassi e Fissi” – ha approfondito Federico Stanghetta, Direttore Commerciale e marketing di Conad Adriatico – offriamo ai consumatori un paniere di prodotti per rispondere alle esigenze quotidiane basilari: olio, farina, biscotti, pasta, passata di pomodoro, latte, garantendo un vantaggioso rapporto qualità-prezzo e con la qualità che contraddistingue il prodotto Conad, controllato e certificato da protocolli severi. Un paniere di 535 prodotti, rappresentativi di circa 110 categorie merceologiche a prezzi ribassati.

“Nel 2022 questo paniere è cresciuto e porterà ad un risparmio stimato per le famiglie dei territori in cui siamo presenti di oltre 70 milioni di euro”, ha concluso Stanghetta.

Un cospicuo investimento economico – ha concluso all’Amministratore Delegato Di Ferdinando – che ha portato la Cooperativa a rinunciare a margini di guadagno per andare incontro alle esigenze del consumatore,che va tutelato.  È il nostro stile e il nostro modo di essere impresa”.