Comunità energetiche, mozione dei consiglieri 5 Stelle al Comune di Termoli

«I sottoscritti Ippazio Stamerra, Daniela Decaro, Nicolino Di Michele e Antonio Bovio in qualità di Consiglieri del Comune di Termoli per il MoVimento 5 Stelle impegnano il sindaco e la giunta a promuovere nel territorio comunale la creazione di Comunità energetiche e di Autoconsumo collettivo, sostenendo prioritariamente le forme di configurazioni che generano benefici diretti con la riduzione dei costi in bolletta per i cittadini con maggiore disagio economico che ricadono o rischiano di ricadere nella condizione di povertà energetica; assicurare anche attraverso la creazione di apposito sportello o centro informazioni la messa a disposizione dei cittadini delle informazioni necessarie a promuovere la creazione di comunità energetiche e sistemi di autoconsumo collettivo». «In Italia – si legge nella nota dei 5 Stelle – sono circa 20 milioni i cittadini che abitano in condominio e che potrebbero risparmiare sulla bolletta elettrica sfruttando le suddette variazioni legislative utilizzando a pieno la corrente elettrica autoprodotta con un proprio impianto fotovoltaico comune sul tetto.  Ragionamento analogo vale per tutti i 60 milioni di cittadini italiani che potrebbero risparmiare sulla bolletta, costruendo impianti di energia a fonte rinnovabile “di comunità” tra vari cittadini che abitano inabitazioni tra loro separate, per poi condividere tra loro l’energia. Tra i benefici diretti riconosciuti ai membri che aderiscono alle Comunità energetiche c’è la riduzione dei costi della bolletta elettrica, un benefit che può contribuire in maniera efficace ad affrontare anche il problema della povertà energetica tra i cittadini, condizione che in Italia coinvolge più di nove milioni di italiani, ossia più del 15% del totale, con un impatto particolarmente rilevante per la popolazione anziana. Attualmente, l’Italia si colloca alla 19° posizione, su 28, tra i paesi membri dell’Unione europea, nell’Indice europea di povertà energetica 2019».