Commissioni consiliari Isernia, a sorpresa la Scarabeo vota col Centrodestra

Inizia con una sorpresa la “vita consiliare” dell’amministrazione Castrataro

Comincia con una sorpresa la “vita consiliare” dell’amministrazione Castrataro. Il capogruppo di Isernia Futura vota col Centrodestra.
Convocato per le 14,30 di lunedì 29 novembre il secondo consiglio comunale della legislatura Castrataro. All’ordine del giorno l’esame e l’approvazione del riequilibrio di bilancio. Un appuntamento delicato, perchè si tratta del primo impatto con la realtà di Palazzo San Francesco, per la nuova amministrazione, appena eletta.
Oggi la conferenza dei capigruppo, che ha fissato il prossimo appuntamento con la predisposizione dell’ordine del giorno. Ordine del giorno che a sorpresa dovrà essere integrato con la costituzione delle commissioni consiliari. Infatti, Giovancarmine Mancini ha chiesto di inserire l’argomento in agenda e messa ai voti la sua proposta è passata con il voto decisivo di Francesca Scarabeo, capogruppo di Isernia Futura, che ha votato col Centrodestra.
Natale a Isernia è il gruppo Facebook a cui tutti gli isernini sono stati invitati a partecipare, per contribuire con idee e proposte in vista delle prossime festività. A tal proposito la Pro Loco ha individuato nell’area del Parco della Stazione la zona dove predisporre il mercatino di Natale, con le tradizionali casette in legno che verranno date in affitto a chi volesse adoperarle per mettere in vendita i propri prodotti natalizi.
Infine, si avvicina la scadenza con la presentazione delle liste per le prossime elezioni provinciali. Il Centrodestra, a Isernia potrebbe puntare su Raimondo Fabrizio, Cesare Pietrangelo, Domenico Chiacchiari ed Enzo Di Luozzo. L’obiettivo è quello di portare in via Berta almeno cinque consiglieri, così da arrivare a sei con il presidente Ricci e mantenere la maggioranza.
Tutto l’inverso il Centrosinistra che, forte delle vittorie di Agnone e Isernia, punta ad almeno sei, sette consiglieri su dieci, così da mettere in minoranza Alfredo Ricci e condizionarlo pesantemente nelle sue scelte. Una partita politica tutta da giocare, con il Centrodestra che, dopo le tre sconfitte a ripetizione di Bojano, Agnone e Isernia, sembra aver ritrovato una parvenza di unità.