Colletorto, uno spettacolo le “Notti Angioine”

REDAZIONE

Avevano promesso un’edizione da brivido è così è stato. Non ha deluso le aspettative a Colletorto “Notti Angioine” curate dal Gruppo Storico Giovanna D’Angiò kermesse. Anche quest’anno, nelle serate dell’11 e 12 agosto, le vie del borgo si sono immerse in una suggestiva atmosfera medioevale, pronte ad accogliere l’arrivo della sovrana Giovanna I D’Angiò, con festeggiamenti, squilli di chiarine e rulli di tamburo, bandiere al vento e abiti tipici dell’epoca. La XXIII edizione delle notti angioine, oltre ad accogliere i consueti protagonisti dei paesi di Sant’Elia a Pianisi, Provvidenti, Guglionesi, Termoli e San Marco la Carola, ha dato il benvenuto, quest’anno, alla città di Campomarino assieme alle sue protagoniste d’eccezione : le oche dello storico palio dell’oca, al quale quest’anno per la prima volta, il Gruppo Storico di Colletorto ha avuto l’onore di partecipare. Lo spettacolo ha preso il via alle ore 22:00 di domenica, presso il corso Vittorio Emanuele, con i suggestivi giochi medievali che ripropongono lo storico tiro con l’arco, tiro con la balestra assieme ad attività come tiro al barattolo e lotteria del coniglio accompagnate dalle degustazioni tipiche. Le notti angioine sono poi proseguite ieri, alle 22, quando ha preso vita un imponente corteo storico al cui interno spiccavano le figure di Rigandasia, signora di Laureto, Guglielmo D’Anglona e Roberto De Firmitate, tutte collegate storicamente alle origini di “Collis Fortis”. Costumi, arte, storia, tradizioni, usanze, peculiarità della vita medievale, si sono fatte vive per incorniciare il borgo in un atmosfera unica, accompagnata da musici, sbandieratori, dame e cavalieri, quest’anno per la prima volta, la presenza dello sputafuoco, novità del gruppo storico che si è esibito in giocoleria infuocata sotto la suggestiva corona della Torre Angioina. Il momento clou si è raggiunto mezzanotte, quando proprio quest’ultima è stata illuminata dall’atteso spettacolo pirotecnico: un incanto per tutti i partecipanti, rimasti con il naso all’insù ad ammirare questo suggestivo connubio di arte, storia e colori.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com