Classe ‘speciale’. Fanelli: “Le sciagurate intenzioni di pochi non lambiscano l’immagine di una Larino inclusiva”

Venditti

La notizia della classe ‘speciale’ di Larino non ha mancato di destare scalpore e sdegno da più parti e non esclude sia destinato a diventare un caso nazionale. Numerose le personalità istituzionali e politiche intervenute sull’argomento a vario titolo tra cui la dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale, Anna Paola Sabatini e la stessa Amministrazione Comunale del comune Frentano esprimendo il loro totale dissenso rispetto all’insolita’ istanza dei genitori.

“Conosco Larino, la sua storia, il suo popolo. Conosco soprattutto la grande solidarietà che alberga nell’animo della sua gente – così ha commentato, invece, in un post sul suo profilo facebook la segretaria del Pd Molise, Micaela Fanelli – Tanto volontariato, centri di assistenza ai diversamente abili, un centro Sprar, casa di oltre quaranta migranti, scuole di ogni ordine e grado che hanno fatto la storia della cultura in Molise. E mi dispiace che le sciagurate intenzioni di pochi, pochissimi, possano anche solo lambire l’immagine di una Città da sempre accogliente, solidale, inclusiva. Con tutti. Larino è altro, Larino è più in alto. Tutta la mia solidarietà e vicinanza al Presidente del Consiglio Comunale Mariangela Biscotti – conclude la Fanelli – E soprattutto oggi, ai larinesi tutto il mio rispetto e la mia stima per l’esempio di generosità che hanno sempre dimostrato e insegnato”.

 

 

 

Venditti

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli