Cittadinanza onoraria ai bambini nati da famiglie di immigrati

La proposta rivolta al Comune è stata lanciata dalle associazioni che oggi presenteranno “Il Villaggio eco-solidale”

Hair Fashion Studio

CAMPOBASSO

Concedere la cittadinanza onoraria ai bambini nati in Italia da famiglie di immigrati è la proposta lanciata da diverse associazioni in rete per aiutare quello che rischia di diventare un esercito di invisibili a causa delle conseguenze dovute alle modifiche del sistema di accoglienza per via del Decreto Sicurezza.

Legambiente, 1° Marzo, Dalla Parte degli Ultimi, Cascina Garden, Eden, Hr Boiano, il Geco, Sprar Karibù, Sprar Integra Mondo, Malatesta associati, UDS Regionale, Associazione Vivian Maier, Liberi di Essere, Apac, Giuseppe Tedeschi, Coop. Sociale Haiet, ArcoIris chiedono all’amministrazione comunale di Campobasso di dare attuazione anche a quanto previsto dall’art. 8 dello statuto comunale, istituendo la figura del Consigliere aggiunto che faccia funzione di rappresentante per i cittadini stranieri presenti sul territorio.

Sono proprio le associazioni che operano a livello locale ad avere ‘investito’ sul “Villaggio eco-solidale”, che si terrà il 14 ed il 15 dicembre in piazza Municipio a Campobasso. L’iniziativa si propone di valorizzare gli aspetti umani ed ecologici coniugandoli mediante laboratori e convegni tenuti dai richiedenti asilo e dalle associazioni, che parleranno anche di riuso ed economia circolare. Il Villaggio Eco-Solidale rientra nel cartellone natalizio del Comune di Campobasso e sarà presentato questa mattina in conferenza stampa.

«Il progetto – dicono le associazioni – si pone l’obiettivo di diffondere la giusta informazione sul fenomeno migratorio, anche attraverso la valorizzazione delle competenze e delle abilità dei rifugiati e dei richiedenti asilo, perché l’appartenenza ad una cultura diversa dalla nostra, non è sinonimo di minaccia ma di valore aggiunto».

Hair Fashion Studio

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli