Cisl Poste pronta a rinunciare ad andare in vacanza

Soddisfazione per gli accordi raggiunti ma resta grave la carenza di personale

La SLP-CISL Molise – afferma il Segretario CISL Antonio D’Alessandro -, nonostante sia soddisfatta degli accordi raggiunti sulle Politiche Attive del lavoro, evidenzia tuttavia le gravi carenze di personale presenti sia in ambito PCL che MP. Con tutta probabilità la situazione andrà ad aggravarsi nell’imminenza del periodo delle ferie estive, pertanto risulta assolutamente necessario che, da parte aziendale, vi sia il rispetto dei tempi previsti nell’accordo dell’8 maggio u.s. relativo alle stabilizzazioni, ai passaggi full-time ed alla mobilità, prevedendo l’attivazione di un congruo numero di clausole elastiche.

Inoltre – asserisce Antonio D’Alessandro -, è necessario interrogarsi sul perché vi siano tante rinunce dei lavoratori a Tempo Determinato in PCL. Bisogna comunque apprezzare lo sforzo per il raggiungimento di accordi in materia di welfare, piattaforma e fondo sanitario; ci auspichiamo, alla luce dei vantaggi anche di tipo economico connessi a questi istituti, che ne venga data ampia diffusione tra i lavoratori.

Inoltre, bisognerà da subito intervenire con forza al fine di dare funzionalità all’osservatorio specifico delle pressioni commerciali – sostiene il Segretario CISL Antonio D’Alessandro -, per tutti gli episodi impropri di pressioni sul personale.

In più, sarà necessario bloccare le iniziative aziendali unilaterali sugli incentivi commerciali in ambito di MP – afferma Antonio D’Alessandro -, in quanto è una pratica iniqua quella di premiare unicamente alcune figure professionali e non altre; auspichiamo, invece, che venga individuata una platea più ampia di beneficiari tra coloro che hanno contribuito, nei vari settori, al raggiungimento dei risultati aziendali nell’anno 2018. Ci sarà da lavorare, ma la SLP CISL – conclude Antonio D’Alessandro – è pronta a rinunciare anche ad andare in vacanza, per fronteggiare le tante difficoltà operative!