Ciro Stoico su Facebook: «Corso Umberto e la “cattiveria” amministrativa»

REDAZIONE TERMOLI

«Corso Umberto e la “cattiveria” amministrativa». E’ questo il titolo del post pubblicato da Ciro Stoico sulla sua pagina facebook. «Le insistenti voci di corridoio dei giorni scorsi-scrive- si stanno materializzando: Corso Umberto I sarà pavimentato. Dopo le polemiche derivanti dalla chiusura del tratto di strada ricompreso tra piazza Garibaldi e corso Nazionale, l’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Sbrocca in risposta alle richieste legittime del comitato degli esercenti del centro cittadino ha deciso di avviare le procedure di approvazione del progetto di pavimentazione del tratto stradale di corso Umberto I e il consequenziale affidamento dei lavori. Le motivazioni sono di facile intuizione. L’unico ostacolo potrebbe essere rappresentato dalle casse comunali vuote. La stessa Giunta comunale ha autorizzato il Dirigente del Settore Finanze all’accensione di un mutuo di euro € 416.446,08 con la Cassa Depositi e Prestiti. Somme che serviranno a pagare i debiti certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2018. L’augurio che ciò non avvenga, altrimenti questa ennesima scelta scellerata decreterà la “morte” di numerose attività commerciali del centro cittadino. Dopo i fatti sopra descritti la domanda è d’obbligo: se l’intento era quello di pavimentare corso Umberto I perché spendere 3.965 euro per delimitare l’area con le ancore dell’istituto Nautico? Perché spendere quasi 4.000 euro di soldi pubblici dei cittadini termolesi per poi a distanza di due mesi assistere ad uno spettacolo indecoroso. Ancore che dovevano dare lustro al centro cittadino sono diventate un ritratto vergognoso. Nell’attesa della primavera termolese non possiamo che stringerci a coorte».