Chiude a chiave in casa il marito e il figlio invalido, liberati dai carabinieri

Sul posto anche i vigili del fuoco che hanno forzato la porta blindata. La donna, autrice del gesto, non ha fornito valide giustificazioni

Camera di Commercio – SPID

ISERNIA

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia sono intervenuti in un appartamento del centro in seguito alla richiesta d’aiuto giunta da un invalido. L’uomo, un quarantenne isernino, ha contattato il 112 per segnalare che lui e l’anziano padre erano stati chiusi a chiave in casa dalla madre, e di non avere un’altra chiave per uscire. Giunti i Carabinieri sul posto hanno allertato i Vigili del Fuoco per forzare la porta blindata e liberare padre e figlio. I militari dopo la triste vicenda fortunamente conclusasi positivamente, hanno calmato entrambi parlandoci e verificando se avessero bisogno di cure mediche. Dopo alcune ore si è presentata la madre senza fornire valide giustificazioni per il comportamento avuto. I Carabinieri, tenuto conto dei fatti, provvedevano ad informare la competente Autorità Giudiziaria. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire le motivazioni alla base del grave gesto compiuto dalla donna.

Camera di Commercio – SPID

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli