Chiesa di S. Giorgio imbrattata dai graffiti, l’indignazione di Italia Nostra

CAMPOBASSO. La sezione di Italia Nostra Campobasso esprime tutta la sua indignazione ed amarezza per l?”incivile atto, ancora una volta, ai danni della chiesa di S. Giorgio, simbolo della storia della citt? di Campobasso”. Gi? nel 2005 Italia Nostra si ? interessata a tutto il fenomeno delle ‘scritture’ sui muri di case, palazzi, segnali stradali, edicole, serrande, stampando un volume dal titolo ‘Campobasso citt? imbrattata’, le cui pagine documentano tutto il degrado della citt? dovuto all?abitudine di imbrattare qualsiasi superficie con scritte di vario tipo, senza risparmiare chiese e edifici storici. In occasione della presentazione del volume, fu organizzato anche un convegno dal titolo: ?I giovani e l?ambiente: un binomio ancora da sviluppare?. ?Con nostro grande disappunto – scrivono dall?associazione – notiamo che dopo 10 anni tale binomio non si ? ancora sviluppato; sono trascorsi 10 anni senza che sia emersa quella maturit? civica nei confronti dei beni comuni e soprattutto dei beni architettonici, storici e culturali in generale, che ci saremmo aspettato. Nel volume, di cui si ? detto, sono riportati anche i risultati di un?indagine che il settore educazione della sezione ha condotto nell?anno scolastico 2004-05 in tutte le scuole di Campobasso, somministrando ad un campione molto significativo di alunni (11-18 anni) un questionario proprio per far emergere le motivazioni che spingono i ragazzi a svolgere tale ‘attivit?’. I risultati, a nostro avviso, – continuano dall?associazione – sono molto significativi: una buona percentuale non ha interiorizzato profondamente e chiaramente il concetto di Bene comune e Bene culturale tanto da modificare il proprio comportamento e tanto meno da contribuire a contrastarlo. Il messaggio che vorremmo lanciare ai giovani ? di seguire i molti esempi positivi di giovani , che invece si adoperano per abbellire i luoghi, come per esempio, quello dei ragazzi di una classe dell?Istituto professionale ‘Cuoco’ di Campobasso, i quali, nell?ambito del progetto educativo proposto da Italia Nostra a tutte le scuole, come ogni anno, nel 2011 hanno adottato la Via Matris e, guidati dalla propria insegnante, hanno studiato tutte le caratteristiche storiche e naturalistiche della collina Monforte ed hanno anche pulito dalle imbrattature di ogni tipo vari pannelli bronzei che si trovano lungo la via Matris con l?aiuto di esperti. Per questo, – concludono – noi siamo certi che i giovani abbiano tutte le capacit? di inserirsi nel tessuto sociale della citt? in modo propositivo e costruttivo, basterebbe solo qualche attimo di riflessione sul fatto che tali gesti portano solo ad imbruttire la propria citt?, oltre che a provocare un danno materiale ed economico; per cui potrebbero, invece, adoperarsi per il Ben-Essere della stessa?.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com