Chaminade, niente riscatto: il Molfetta passa 2-1 al Pala Selvapiana

CAMPOBASSO. Niente riscatto per la Chaminade. Il Molfetta dopo quattro mesi torna al successo esterno vincendo 2-1 al Pala Selvapiana. Porta della Chaminade affidata al “Mago” D’Alauro. Al quarto il destro di Paulinho  chiama alla risposta Lopopolo. Un minuto più tardi errore in difesa per la Chami: Dell’Olio a botta sicura manda fuori. Ancora un occasione per il Molfetta punizione di Dell’Olio per Pedone, il capitano dei bianco rossi si trova davanti il petto di D’Alauro che salva i suoi. La risposta dei padroni di casa è affidata a Gomez, il suo destro defilato impensirisce Lopopolo, ma il risultato resta fermo sullo 0-0. Binetti vede tutto solo Murolo, tiro al volo del numero 11 del Molfetta D’Alauro chiude bene lo specchio della porta. Ancora protagonista il portiere ospite con un doppio intervento prima su Gomez poi su De Nisco. Al sedicesimo triangolazione Murolo – Binetti con il numero 8 dei bianco rossi che a due passi dalla linea di porta non fallisce l’appuntamento con il goal. La Chaminade spinge in attacco alla ricerca del pareggio. Lopopolo protagonista in più occasioni  salva il risultato, ma a trenta secondi dall’intervallo si fa sorprendere  da Evangelista ben imbucato da Gonzalez. 1-1 il parziale. Un primo tempo ad alta intensità con le due squadre che danno vita ad una partita molto gradevole. Gonzalez viene murato da Lopopolo qualche minuto più tardi controllo e tiro di capitan Orinete che sfiora il palo. Al quinto destro imparabile di Binetti che poco oltre la metà campo fa partire un gran tiro che si infila all’incrocio, doppietta per lui e 2-1 il parziale per il Molfetta. All’ottavo da Paulinho a Gomez, il venezuelano commette fallo su Lopopolo l’azione viene bloccata sulla linea di porta non possiamo parlare di goal annullato. I rispettivi portieri sono i veri protagonisti del match: ruba palla Vaino si erge ancora a protagonista Lopopolo; all’undicesimo risponde D’Alauro ripartenza Binetti D’Olio due contro zero il Mago chiude benissimo lo specchio. Per gli ospiti tiro a botta sicura di Di Vincenzo grande parata del portiere dei rossoblù. Al sedicesimo Lopopolo sfida D’Alauro che si fa tutto il campo il numero uno della Chami non si fa sorprendere dal suo collega portiere. Molisani in svantaggio obbligati al portiere di movimento, non c’è Cancio squalificato tocca a Paulinho ricoprire il ruolo di estremo difensore. Bene la difesa Molfetta meno l’attacco della Chaminade. L’unica azione offensiva con l’uomo in più arriva a quattordici secondi dalla sirena tiro defilato di Gonzalez che sfiora il palo. Termina qui il match con i molisani che rimediando la terza condotta consecutiva e si fanno agganciare in classifica proprio dal Molfetta a quota 29, oggi entrambe terza in classifica. Sabato prossimo prima del doppio turno di sosta la Chaminade Campobasso sarà impegnata a Canosa.

CHAMINADE -AQUILE MOLFETTA  (1-1) 1-2

CHAMINADE: Wiegels, Passarelli, Paulinho, Oriente, Gonzalez, Gomez, Vaino, D’Alauro,  Evangelista, De Nisco, Di Nunzio D. , Mancini. Allenatore: Tavone

AQUILE MOLFETTA: Lopopolo, Rafanelli, Di Benedetto Antoni0, Dell’Olio,  Pedone, Di Vincenzo, Di Benedetto Salvatore, Palermo, Murolo Alessio, Murolo Antonio, Binetti. ALLENATORE: Rutigliani.

ARIBITRI: Michelangelo Arminio Sez. Nola, Liberato Schettino Sez. Castellammare di Stabia; cronometrista: Fabio Capaldi Sez. Isernia

RETI: ’15″41 (1t) – ‘4″21 (2t) Binetti (AM), ’19″30 Evangelista (CCB)

FALLI: 1 tempo 4-4 ,  2 tempo 4-3

NOTE: amm. Passarelli, amm. Dell’Olio, amm. Murolo Antonio,

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com