“Cesa e Lotito non parlino di commercio: il confronto va lasciato ai molisani”

Pasquale Guarracino, Segretario Generale della UILTuCS Molise, ha assistito, rimanendo sbigottito, all’accoppiata Cesa – Lotito che, non se ne comprende il motivo, ha interrotto sagre, birrate, partite a carte e balletti pre-elettorali per parlare del commercio in Molise.

Guarracino li ha visti impegnati con un volto noto in regione, quale Claudio Pian, a discutere pubblicamente dell’argomento e di ipotetiche strategie per migliorare il settore.

Innanzitutto Claudio Pian, persona del posto, dovrebbe ben conoscere le discussioni perenni sul tema portate avanti negli anni: inoltre, Pian invece che far cose apparentemente utili, ma di fatto totalmente inutili, come organizzare la discussione sul commercio che ha visto protagonisti i due candidati alle prossimi elezioni nazionali, avrebbe dovuto accompagnare Cesa e Lotito dal Presidente della Regione e dai suoi Assessori, presso i quali i due candidati avrebbero potuto trovare tutte le informazioni utili ad intavolare, con i soggetti competenti, discussioni sul tema, una fra tutte l’annosa vicenda della legge regionale sul commercio.

Pasquale Guarracino chiede pubblicamente che soggetti quali Cesa e Lotito, distanti anni luce dalle problematiche di questo territorio, continuino a fare campagna elettorale a suon di birre e feste nei locali perché la discussione sulle problematiche del commercio, sulla desertificazione dei centri abitati molisani, sulle chiusura delle attività e sulle famiglie sul lastrico merita rispetto e non va concessa a nessuno, nemmeno a questi prenditori che, qualora eletti, in Molise non metteranno più piede.

Pasquale Guarracino invoca rispetto per tematiche così rilevanti per il Molise, che non possono essere svilite da chi questo territorio lo ha sempre ignorato.