Cerimonia del X Settembre, il figlio di Tedeschi declina l’invito

Il discendente della Medaglia d’Oro: «L’amministrazione ha ignorato l’intitolazione a mio padre di una nave della Marina Militare»

REDAZIONE

Polemiche a Isernia in vista del 76esimo anniversario del bombardamento che il X Settembre del 1943 colpì il capoluogo pentro, provocando morte e distruzione. L’amministrazione comunale, come ogni anno, ha invitato a prendere parte alla cerimonia commemorativa anche i figli di Tullio Tedeschi, isernino medaglia d’oro al valor militare per aver compiuto atti eroici durante la seconda guerra mondiale. Invito che, però, è stato declinato da Francesco Tedeschi, uno dei discendenti del capo di prima classe della Marina Militare. Quest’ultimo ha motivato questa decisione sottolineando che, in occasione del varo della nave, che la stessa Marina Militare ha intitolato a Tullio Tedeschi, avvenuto lo scorso mese di maggio a Messina, scarso è stato l’interesse da parte della stessa amministrazione comunale per un evento così importate per l’intera città di Isernia. L’invito alla cerimonia del ricordo del bombardamento, dunque, per Francesco Tedeschi pare essere solo un pro-forma. « Considerando che l’amministrazione comunale di Isernia – ha dichiarato in merito – si è distinta per aver completamente ignorato l’intitolazione di una unità navale della Marina Militare al concittadino Tullio Tedeschi Medaglia d’Oro al Valor Militare, come se tale avvenimento non fosse un onore per l’intera comunità, deduco che l’invito alla cerimonia del 10 settembre fattomi quale rappresentante della Medaglia d’Oro, sia solo un atto pro-forma dettato dalle regole del cerimoniale e non realmente sentito. Non sono molte le città che possono vantare un Eroe di guerra tra i propri concittadini e sono ancor meno quelle che hanno un concittadino cui la Marina Militare ha intitolato una nave. Alla luce di quanto sopra – ha concluso –non ritengo opportuno accertare l’invito alla cerimonia».
La nave è stata varata alla presenza del capo di Stato Maggiore della Marina Valter Girardelli, delle autorità civili e religiose. Un’imbarcazione chiamata a svolgere un ruolo prezioso nel controllo del Mediterraneo, nel contrasto dei traffici illeciti e nelle operazioni di sicurezza e di protezione civile.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com