Centrodestra all’attacco: «Ancora nessun programma per il Natale»

Questa mattina la conferenza stampa: «Ecco la decantata trasparenza. E poi il centro storico è abbandonato»

CAMPOBASSO. «Qual è questo nuovo modo di fare politica che raccontano da anni e con cui si sono presentati ai cittadini? Siamo in prossimità del Natale e manca un piano di cominicazione che veicolasse Campobasso fuori dal Molise proponendola come un centro attrattivo da un punto di vista turistico e culturale con le attività commerciali che hanno gli stessi problemi di qualche mese fa e l’unica iniziativa è stata spostare una fiera?». Domenico Esposito, capogruppo in Consiglio comunale di Forza Italia, insieme con i colleghi della coalizione di centrodestra Salvatore Colagiovanni e Carla Fasolino (Popolari per l’Italia), Alberto Tramontano e Alessandro Pascale (Lega) e Mario Annuario (Fratelli d’Italia), attacca a testa bassa l’amministrazione M5S guidata dal sindaco Roberto Gravina, a quasi sei mesi dall’insiediamento (l’11 giugno 2019, ndr). «A livello personale – ha aggiunto Esposito – ho sempre anteposto la proposta alla protesta nel mio modo di fare politica e molte di esse non sono state recepite come, ad esempio, quando parlo di investire risorse su Smart city e campus didattici per i giovani e i nostri figli, che erano proposte avazate dai già consiglieri di opposizione. Evidentemente parlano una lingua diversa – conclude sarcastico – e sarà per questo che Gravina scenderà in piazza sabato (7 dicembre, ndr) con le Sardine».

Nel mirino dell’opposizione di centrodestra anche «la tanto decantata programmazione e trasparenza che ci hanno sempre propinato – ha aggiunto Colagiovanni – tanto che oggi, 3 dicembre, non si conosce quale sia il programma natalizio né tantomeno il nome e i bandi sono confusionari più che esplorativi. Un’amministrazione che naviga a vista e non ha dato la sua impronta come promesso in campagna elettorale».

Promesse che «nonostante le grandi opere come la funicolare e i nuovi parcheggi per il centro storico – ha puntualizzato Annuario – non si sono concretizzate nel risolvere i problemi quotidiani di questa zona della città come la pavimentazione dissestata, la raccolta differenziata l’Ecostop mobile (raccoglitore di rifiuti posizionato a rotazione e in varie fasce orarie in alcune zone, ndr). Il Natale, poi, è stato completamente dimenticato e si sarebbe rischiato di farlo al buio se non fosse stato per commercianti e residenti che si sono adoperati per le luci». Ed è proprio a più ombre che luci il bilancio che redige il centrodestra sui primi mesi dell’amministrazione M5S che si prepara ad affrontare il suo primo Natale al timone della città con l’auspicio che possa illuminare, più che la città esteriormente, i cuori e le menti di tutti.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com