Centrodestra, salgono le quotazioni per Di Niro

Fibrillazioni dopo la notizia su Tramontano. Il presidente dell’Acem sarebbe in vantaggio per ricoprire la carica di candidato sindaco della coalizione

CAMPOBASSO

La coalizione di centrodestra in difficoltà dopo il vertice di Arcore tra Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. La notizia dell’accordo tra i leader di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia sulla spartizione delle caselle in vista delle elezioni e la relativa designazione di Alberto Tramontano (Lega) quale possibile candidato sindaco a Campobasso, ha gettato il centrodestra nel “caos”. I partiti, primo fra tutti il Ppi, e le civiche, – compresa l’associazione “Prima il Molise”, – hanno subito manifestato contrarietà rispetto ad indicazioni dall’alto, fino ad ipotizzare strade alternative. Tutti rivendicano l’importanza del tavolo regionale che si riunirà con molta probabilità nella giornata di domani. Stando ai rumors, ad essere in vantaggio per l’investitura a candidato sindaco di Campobasso sarebbe il presidente dell’Acem, Corrado Di Niro.

Il suo nome è uscito fuori ufficialmente all’ultimo incontro tra partiti e civiche di centrodestra. Sarebbe lui la figura gradita da gran parte della coalizione. Ma, in politica, il condizionale è d’obbligo. Ora si attende il tavolo regionale, che, come dichiarato dal governatore Donato Toma, avrà l’ultima parola. L’obiettivo è quello di garantire gli equilibri politici, evitando di perdere pezzi, tra l’altro, decisivi per bacino di voti e compilazione delle liste, che, lo ricordiamo, dovranno essere presentate tra appena venti giorni. Intanto oggi un nuovo soggetto politico si presenterà alla città, “Molise Libero”. Un soggetto disponibile ad una «eventuale collocazione autonoma nell’area di centrodestra», si legge sulla nota stampa.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com