Centro Giraluna, un luogo dedicato a bambini e ragazzi con neuro diversità e disturbi del comportamento

Un luogo dedicato a bambini e ragazzi con neuro diversità e disturbi del comportamento  Questo è il Centro ABA “Giraluna”, che ha inaugurato la sue sede a Termoli in via Luigi Sturzo, 53.  Pareti colorate, stanze luminose, giochi, un ambiente confortevole pronto ad accogliere i bambini e le loro famiglie.  Il servizio GIRALUNA nasce dalla collaborazione tra l’Ass.ne “La Luna nel pozzo” attiva dal 2005 e due professioniste nel campo della psicologia comportamentale  e della pedagogia speciale, specializzate nell’ambito della disabilità: Antonella Petitti pedagogista clinica  e analista del comportamento  con certificazione BCBA e Rossella D’Anversa psicologa cognitiva comportamentale  e analista del comportamento.  Dopo aver maturato anni d’esperienza a Roma e Bologna hanno deciso di rientrare nella loro città natale. Il centro “Giraluna” si occupa di autismo, disturbi del comportamento applicando i principi  dell’ A.B.A. (Applied Behavior Analysis). “Vorremmo sfatare alcuni pregiudizi sulla terapia ABA- ha voluto precisare la Dott.ssa D’Anversa nel corso della presentazione- “molto spesso si tende ad associare questo approccio ad un addestramento ma non è cosi, si lavora seguendo la motivazione di ogni singolo bambino e l’intervento è cucito su ognuno di loro. “Gli obiettivi della terapia sono stabiliti considerando l’individualità del bambino, i suoi prerequisiti e soprattutto prima di decidere su cosa  focalizzare  il nostro lavoro ci chiediamo se questo è utile per il bambino, se è una priorità o se sia più urgente lavorare su altro” ha aggiunto la dottoressa Petitti.  Elemento fondamentale e obiettivo primo  dell’equipe è  lavorare fin da subito per poter garantire ai bambini una vita più autonoma possibile, per far si che non abbiano bisogno di dipendere da terze persone e che possano trovare il loro posto nella società nel rispetto delle potenzialità di ciascuno.  Presenti all’evento l’Assessore Michele Barile che ha portato i saluti del sindaco Roberti e di tutta l’amministrazione comunale.  Dopo essersi complimentato con le responsabili soprattutto per aver scelto ,in momento cosi difficile come quello che stiamo attraversando, di puntare su Termoli per l’apertura di questo centro specializzato che utilizza il metodo ABA. L’amministrazione -ha aggiunto l’ Assessore- vuole essere vicina allo sviluppo e alla crescita di questo progetto, e  resterà disponibile per qualsiasi necessità che il centro dovrà manifestare nel corso del tempo.  Anche i consiglieri comunali Scurti e Vigilante si sono resi disponibili e hanno sottolineato l’importanza di creare una rete assistenziale. La consigliera regionale Micaela Fanelli ha evidenziato come in Molise c’è molto da lavorare sulla legge regionale sull’autismo ed è fondamentale aumentare gli aiuti per le famiglie.  “Purtroppo- ha aggiunto la dott.ssa D’Anversa- nella regione Molise mancano le linee guida per i centri, non residenziali, che lavorano con l’autismo” Le responsabili del centro hanno rivolto uno speciale  ringraziamento a chi tutti i giorni lavora al loro fianco con passione, amore e professionalità con i bambini:  le terapiste Giusy Iurescia, Sissi Castriotta, Marika Ciccotosto, Marianna Marinucci e la tirocinante Maria Ciciola.  Tra i presenti la delegata dell’AAST dott.ssa Giovanna Sciulla e Girolamo Baldassare che la Dott.ssa D’anversa ha ringraziato personalmente .  

“Non considerate alcuna pratica come immutabile. Cambiate e siate pronti a cambiare ancora. Non accettate alcuna verità eterna. SPERIMENTATE” B.F.Skinner