Cenano a scrocco, beccati dalle telecamere

di Floriana Carracillo

VENAFRO. Una bravata che potrebbe costare cara, quella compiuta da un gruppetto di giovani venafrani, che nei giorni scorsi hanno cenato ?a scrocco? in un noto locale di Cassino, in provincia di Frosinone. Una bravata che ricorda un po? quella resa famosa al cinema dalla pellicola ?Amici Miei? diretta nel 1975 dal grande Mario Monicelli e interpretata magistralmente dal compianto Ugo Tognazzi. Ebbene in quel film, Tognazzi nei panni del conte Lello Mascetti, dopo aver banchettati con la sua compagnia, si alza e lascia il locale senza saldare il conto. Purtroppo per?, nel caso avvenuto a Cassino, di cinematografico c?? ben poco. Il locale in cui il fatto ? avvenuto, ? la pizzeria ?Sir Jasper?s? nella centralissima Via Enrico De Nicola. I fatti. Il locale era pieno, l?altra sera, quando il gruppetto di 5 giovani venafrani, entra nel locale e prende posto. All?arrivo del cameriere ordinano, antipasti, primi, secondi, pizze e naturalmente le bevande. Tutto sembra andare per il meglio, i giovani cenano e sembrano gradire le pietanze servite. Poi per? all?improvviso, approfittando di un momento di distrazione del personale di sala, i ragazzi si alzano ed escono dal locale. Naturalmente, sgomento e stupore colgono i camerieri e i proprietari della nota attivit? commerciale, quando hanno compreso che i giovani erano spariti nel nulla. Non si era trattato, come spesso accade di un allontanamento dettato dalla pausa sigaretta da fumare fuori dal locale: dei ragazzi nessuna traccia. Sembrerebbe che il colpaccio sia perfettamente riuscito e cos? sarebbe se non vi fosse stata la presenza delle telecamere di sorveglianza del locale, che non erano contemplate nella pellicola di Monicelli. L?occhio delle telecamere ha tirato un brutto scherzo ai giovinastri, catturando le loro gesta. E? bastato infatti riavvolgere il nastro per individuare i commensali fuggitivi. Insomma, le telecamere c?erano eccome, ma non erano quelle per la realizzazione del remake in chiave moderna della celebre pellicola, ben altre telecamere e ben altri spettatori. Infatti i proprietari del locale avrebbero consegnato il filmato alle forze dell?ordine che si sarebbero prontamente messe sulle tracce dei giovani a cui contestare il pranzo a scrocco. Tuttavia, una soluzione ci sarebbe, basterebbe che i giovani tornassero nella pizzeria e pagassero il conto. I proprietari si sono detti pronti a ritirare le querele e chiss? che quella partita come una bravata possa tornare ad essere tale senza conseguenze pesanti per gli autori. Certo non sar? stata, la loro, una interpretazione da Oscar, vista la scomoda presenza delle telecamere, ma almeno si potr? ricordare l?episodio con una risata e non con l?aggiunta di onerose spese legali.