CdA Finmolise, Toma: «Era necessario dare discontinuità» (VIDEO)

CAMPOBASSO

«C’era la necessità di dare discontinuità, concordata con gli amministratori uscenti, non solo di sostanza ma anche di forma, a quello che sarà il nuovo ruolo di Finmolise. Cambiamo carrozza e cambiamo cocchiere». Così Donato Toma, in sintesi, ha spiegato, questa mattina, il cambiamento in atto in Finmolise, la partecipata della Regione che a fine mese vedrà “rivoluzionato” il consiglio di amministrazione. Quest’ultimo, come si ricorderà, con in testa il commercialista Paolo Verì, era stato nominato con una delibera poco prima delle scorse elezioni regionali dall’allora governatore Paolo di Laura Frattura. La coalizione guidata da Toma, nel frattempo eletto nuovo presidente, ritenne di impugnare quella delibera e così la vicenda finì dinanzi al Tar. Ma con le dimissioni come ha spiegato Toma «la vicenda Tar è superata».

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com