Cavoli e broccoli nella dieta mediterranea

Successo oltre le attese per l’iniziativa dell’Associazione EcoFood

Ha riscosso successo oltre ogni previsione l’evento gastronomico svoltosi venerdì scorso presso l’Hotel Dora di Pozzilli. Unanime la soddisfazione dei presenti, che hanno apprezzato l’eccezionale qualità delle pietanze proposte e approvato con lunghi applausi gli interventi dei relatori. Oltre al fondatore dell’Associazione EcoFood, il giornalista Angelo Bucci (promotore dell’evento), hanno preso parola la Biologa Nutrizionista Veronica Fatigati (socio della Fondazione DD Clinic Research Institute) che ha relazionato sulle straordinarie qualità organolettiche delle crucifere (includenti cavoli, broccoli, rape, ravanelli e rucola), e la Psicologa Psicoterapeuta Annunziata Barbara Borrelli (Specialista ambulatoriale ASL Avellino e Caserta), la quale ha saputo catturare l’attenzione dei convenuti con un insolito e coinvolgente “percorso” sensoriale.

Cardini dell’alimentazione EcoFood sono la stagionalità dei prodotti, l’assoluta genuinità degli stessi e la “filiera corta” (favorendo il contadino rispetto alla grande distribuzine). L’alimentazione eco-sostenibile previene alcune delle patologie più diffuse, tra cui l’obesità e le malattie dell’apparato cardiocircolatorio. Come ampiamente dimostrato da una mole di studi scientifici, infatti, la dieta mediterranea può svolgere un ruolo determinante in favore dell’equilibrio psicosomatico, esercitando tra l’altro una funzione importante nella tutela del muscolo cardiaco e dei vasi sanguigni.

Nella lista degli alimenti dalle proprietà benefiche, troviamo proprio le crucifere, il cui nome richiama la croce formata dei petali di questa grande famiglia vegetale composta da cavoli, broccoli, rape, ravanelli e rucola. Le crucifere, infatti, sono note sin dall’antichità per le loro incredibili qualità mineralizzanti, ricostituenti, energetiche, antianemiche, disinfettanti, antidiabetiche e antireumatiche. Il merito va ad alcune proprietà terapeutiche e nutritive racchiuse nella pianta come sali minerali, vitamine e antiossidanti preziosi. Mangiare regolarmente crucifere aiuta a mantenere efficiente il sistema immunitario, quello cardiovascolare e l’apparato digerente. Di recente, inoltre, specifici studi ne hanno comprovato la valida azione preventiva contro lo sviluppo dei tumori. Determinante per il successo dell’iniziativa è risultato l’impegno degli chef Adriano Cozzolino e Pino Marino, magistralmente coadiuvati dall’intero staff dell’Hotel Dora.