Caso Vicky Bucci, trovata in mare la macchina: dentro c’è un corpo di donna (l’intervista)

Sviluppi importanti nel caso di Victorine Bucci, la 42enne scomparsa ormai da più di un mese. Come ampiamento riferito, da questa mattina sono ripartire le ricerche al Porto di Termoli. E nel primo pomeriggio di oggi, martedì 21 gennaio, sembrerebbe che i sommozzatori dell’Arma dei Carabinieri del nucleo di Pescara abbiano ritrovato qualcosa sul fondo del mare. Probabilmente, dalle prime informazioni giunte, dovrebbe trattarsi dell’ormai famosa Panda rossa che non era stata più ritrovata. Sul posto il Procuratore Meo e il capo della Procura Ginefra.

I sommozzatori hanno individuato l’auto della donna e purtroppo all’interno sembrerebbe esserci un corpo.

Ore 17.30. Sarà recuperata domani mattina la Panda rossa di Victorine Bucci, la 42enne di Larino scomparsa da più di un mese. Le nuove ricerche, iniziate questa mattina, dai carabinieri sommozzatori di Pescara, hanno consentito di ritrovare l’auto in acqua alla fine del vecchio molo di Termoli, a circa 200 metri dal luogo dove era stato ritrovato inizialemnte il cellulare. Il procuratore capo di Larino Isabella Ginefra ha dichiarato: «In auto c’è un corpo, presumibilmente di donna e questo ci fa pensare che sia quello della ragazza. Per la sicurezza degli operatori le operazioni di recupero riprenderanno domani mattina.» Ancora da delineare la ricostruzione della vicenda, considerando che la zona, come confermato dal Procuratore, era già stata scandagliata nell’immediatezza della denuncia di scomparsa. «Saranno la macchina e il corpo a parlarci e a dirci quello che è successo. Tutte le piste sono aperte, c’è ancora molto incertezza – ha concluso il procuratore».

Seguono aggiornamenti

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com