“Caso” Palairino, scontro in sala consiliare. Giuditta: «Da noi massimo impegno»

Il consigliere di maggioranza: «Stiamo rimettendo mano a situazioni disastrose. Perché finora nessuno ci ha pensato?»

Omega Point

REDAZIONE TERMOLI

Un consiglio comunale “infuocato” quello che sta andando in scena in sala consiliare. Sotto la lente la questione dell’impossibilità di utilizzo del Palairino. Tra polemiche e momenti concitati è stato il consigliere di maggioranza Antonio Giuditta a cercare di rimettere ordine nella questione. «Oggi si sono svegliati tutti con lo sport perché stiamo facendo i lavori, ma dove stavano quando avevamo due palazzetti abbandonati a sé stessi? In uno ci pioveva dentro, nell’altro il parquet era distrutto e non c’erano i requisiti di sicurezza tanto che più di 100 persone non potevano entrarci ma nessuno ci ha mai pensato e adesso non aizziamo l’uno contro l’altro e viceversa. Nella nostra mozione vogliamo permettere a tutti di utilizzare la struttura – ha affermato ancora Giuditta – ma certo non si potrà dare l’esclusività a una società». Giuditta ha voluto anche ripercorrere tutte le attività effettuate dall’amministrazione comunale. «Alla fine dei cinque anni avremo il parco e la piscina del parco sistemata, i palazzetti tornati a norma, i campi di calcio quasi tutti rimessi a nuovo. Si è rimesso mano a una situazione sportiva che era fatiscente. In questi giorni annunceremo anche la possibilità di utilizzo della palestra dell’Industriale senza contare la realizzazione del Palaltrisport. Credo che più di questo non si poteva fare».

Omega Point

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli