Carenza di personale nelle carceri, il Sappe: “L’attenzione deve sempre restare alta”

La Segreteria Regionale S.A.P.Pe, il primo e più rappresentativo sindacato del corpo di Polizia Penitenziaria, con la presente vuole ringraziare le forze politiche ed istituzionali della regione Molise scese in campo a sostegno della protesta messa in atto da tutte le sigle sindacali molisane del corpo a causa della gravissima carenza di personale di Polizia Penitenziaria in cui versavano e versano ancora oggi gli Istituti molisani.

“Nel mese di Maggio 2021 – afferma il segretario regionale Matteo Del Re – tutte le sigle sindacali (S.A.P.Pe- Osapp_ Sinappe- Uspp- Uilpa Pp- Cgil- Fns Cisl) indicevano una manifestazione ad oltranza davanti la C.C. e C.R. di Larino per portare a conoscenza le Istituzioni e l’opinione pubblica della grave carenza di personale presente negli Istituti molisani e, in quell’occasione oltre ad essere presente la stampa, intervennero a sostegno della causa alcuni rappresentanti della politica molisana come il Consigliere Regionale Aida Romagnuolo ed il rappresentante del Movimento 5 stelle Matteo Fallica.

In seguito queste sigle sindacali ebbero una serie di incontri con le Istituzioni presenti sul territorio come il Sig. Prefetto di Campobasso e con altre figure politiche come l’Assessore alle politiche sociali Filomena Calenda, grazie ad Essa e a tutta la giunta regionale venne approvata all’unanimità una mozione che poi, attraverso il Presidente Toma, fu portata all’attenzione del Parlamento.

Un ulteriore incontro avvenne con il Presidente della Provincia di Campobasso Francesco Roberti, un ringraziamento particolare va proprio al Presidente Roberti, il quale in seguito ad un incontro con l’Onorevole Annaelsa Tartaglione, fece in modo che queste sigle sindacali ottenessero un incontro formale a Roma il 07 luglio 2021 con il Sottosegretario alla Giustizia Francesco Paolo Sisto presso il Ministero della Giustizia dove venivano prospettate tutte le problematiche e le difficoltà presenti negli Istituti molisani.

Proprio grazie a quell’incontro oggi abbiamo ottenuto un incremento di n.14 unità di Polizia Penitenziaria presso l’Istituto di Larino, n.9 unità presso l’Istituto di Campobasso e n.6 unità presso l’Istituto di Isernia.

Sicuramente questo personale è ancora poco affinché venga soddisfatta la carenza, oramai cronica, di personale di Polizia Penitenziaria degli Istituti molisani ma, questa inversione di tendenza ha dato sicuramente una boccata di ossigeno a tutti quei colleghi che oramai sono ridotti allo stremo delle forze.

Questo ringraziamento era doveroso nei confronti di Quanti hanno speso il proprio impegno personale e politico per sostenere la causa della Polizia Penitenziaria molisana, nonostante l’attenzione deve restare alta poiché il problema, solo in parte risolto, permane”.