Cardarelli, via 5 medici dalla Medicina Interna: mesi difficili per un reparto che ha sempre funzionato

Due saranno destinati ad Agnone. Saranno rimpiazzati solo a febbraio

La carenza di personale continua ad essere il principale problema della sanità molisana. Ma a volte la gestione di quel personale dovrebbe essere più oculata. Altrimenti si finisce per smantellare reparti che funzionano. Cosa che sta accadendo in questi giorni all’ospedale Cardarelli di Campobasso. Dove uno dei reparti che sino a questo momento si è distinto per funzionalità, professionalità e puntualità, la Medicina interna, sta per andare incontro a mesi complicati. Al reparto, infatti, saranno sottratti ben 5 medici: 2 si sono licenziati, uno è stato destinato al Pronto Soccorso e 2 sono trasferiti al Caracciolo di Agnone. Medici che saranno rimpiazzati a febbraio. E in questi mesi la Medicina, un reparto fondamentale per un ospedale, potrebbe subire un tracollo perché diventa complicato effettuare la turnazione con 5 medici in meno.

Togliere 5 medici ad un ospedale hub per destinare alcuni di questi ad un nosocomio con 10 posti letto, non sembra essere una scelta vincente. Inoltre a fine dicembre, come noto, andranno via molti infermieri, i cosiddetti precari Covid, e non tutti saranno rimpiazzati.

Insomma si andrà incontro a mesi difficili anche in uno dei pochi reparti del Caradrelli che funziona e che riceve costantemente l’apprezzamento degli utenti.