Carceri, in Molise «innumerevoli detenuti hanno problemi cronici» (IL VIDEO)

Di Giacomo: «Ho consegnato al ministero della Sanità un dossier sul problema delle malattie dei carcerati»

In una intervista il segretario del sindacato di polizia penitenziaria, Aldo Di Giacomo, ha annunciato di aver presentato al Ministero della Sanità un dossier sul problema delle malattie dei detenuti all’interno del carcere.

«Ma la cosa positiva – ha detto Di Giacomo – è stata l’istituzione di un tavolo tecnico permanente tra Ministero della Salute e quello della Giustizia per cercare di trovare un coordinamento sul problema delle malattie dei detenuti e porre rimedio alla carenza di personale sanitario».

Come già illustrato da Di Giacomo nei giorni scorsi «i medici nelle carceri sono sempre meno. Ogni duecento pazienti detenuti dovrebbe esserci un medico, mentre l’incolumità professionale non è garantita perché esiste un burnout di lavoro insostenibile. In media i medici fanno 70 visite giornaliere, a cui si aggiungono controlli e dimissioni, quindi c’è una mole di lavoro eccessiva che mette a rischio l’incolumità professionale. Questi dati sono allarmanti e mettono a rischio la salute dei detenuti e del personale penitenziario».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com