Carcere a ferro e fuoco, rientrata la rivolta

AIL – banner 3×1

CAMPOBASSO

Ore 23.10. La situazione sta tornando lentamente alla normalità e dopo una lunga trattativa i rivoltosi sembrano aver desistito. Sul posto anche il Procuratore capo di Campobasso Nicola D’Angelo e il sindaco di Campobasso Antonio Battista.

Ore 22. La rivolta si è scatenata all’imbrunire. Poco dopo il tramonto i detenuti del carcere di Campobasso hanno dato vita ad una clamorosa sommossa. Scene da film quelle all’interno della casa circondariale. Materassi dati alle fiamme e il fumo, in poco tempo, ha avvolto completamente la seconda sezione. Ignoti, al momento, i motivi della rivolta. Tutto, come anticipato, è partito dalla seconda sezione: ventisette i detenuti barricati. Oltre ad appiccare il fuoco pare siano stati anche rotti i vetri di alcune finestre. Immediatamente è scattato l’allarme. Gli agenti della polizia penitenziaria (che in più di un’occasione hanno denunciato la carenza di personale e le conseguenti difficoltà nella gestione dell’ordinario) si sono messi all’opera cercando di fare il possibile per far tornare la situazione alla calma. Ma i detenuti, determinati, hanno continuato nella loro forma di protesta. Sul posto sono arrivati anche gli agenti della polizia di Stato, i carabinieri, i vigili del Fuoco e i volontari del 118. Da Cassino, in serata, è arrivata anche la direttrice della casa circondariale. Così come sono stati richiamati in servizio tutti gli agenti della penitenziaria. La situazione, pur nella sua eccezionalità, è stata comunque monitorata dalle forze dell’ordine. Adesso partirà, come prassi vuole, una indagine interna per fare luce sulle cause che hanno dato vita alla protesta (da indiscrezioni sembra che alcune restrizioni adottate di recente abbiano generato malcontento tra i reclusi). E non è escluso che alcuni detenuti possano essere trasferiti, già nelle prossime ore, presso altre sedi.

ORE 21.19. Seguono aggiornamenti sulla rivolta in corso a via Cavour. Sono 26 i detenuti barricatisi al secondo piano della Casa Circondariale di Campobasso. É stato incendiato un materasso all’interno di una cella della seconda sezione del carcere. L’incendio al momento sembra essere stato domato e la situazione è sotto controllo. Sul posto Carabinieri, Polizia, Vigili del fuoco e 118.
Intanto sono stati richiamati in carcere tutti gli agenti, anche quelli che al momento erano fuori servizio.Da quanto si apprende, con molta probabilità, non è escluso che per i detenuti, autori della rivolta, sarà attuata una procedura d’urgenza al fine di disporne il trasferimento.

Ore 21. Panico in centro a via Cavour in questo momento (ore 21,06 di oggi mercoledì 22 maggio). Detenuti in rivolta all’interno della seconda sezione del carcere di Campobasso. Al momento sono sconosciute le cause che hanno portato alla clamorosa protesta. Da anni non si registrava presso la Casa Circondariale del capoluogo una protesta così violenta da parte dei detenuti. Materassi incendiati, vetri rotti e lenzuola date alle fiamme: immagini da film quelle all’interno delle celle del carcere. La seconda sezione è quella dove sono reclusi i detenuti “comuni”. Si è in attesa dell’arrivo del direttore da Cassino.

 

AIL – banner 3×1

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli