«Campomarino diventi un paese Plastic free», arriva l’impegno a 5Stelle

Il MoVimento presenta una mozione per il Comune bassomolisano

REDAZIONE TERMOLI

Hanno protocollato nei giorni una mozione per far diventare Campomarino un paese plastic free. E’ questa l’ultima iniziativa del MoVimento 5Stelle di Campomarino in tema ambientale. «Nel dettaglio – affermano i pentastellati – la nostra mozione impegna il Sindaco e la Giunta all’iniziativa #PlasticFreeChallenge promossa dal Ministro dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa. Una campagna in linea con le recenti Direttive Europee che mirano all’eliminazione della plastica monouso dalle sedi istituzionali ed in questo caso dalla Casa Comunale di Campomarino e dalle sedi di competenza. La nostra proposta chiede la promozione di una serie di iniziative che invertano la rotta, attraverso azioni ecosostenibili, con campagne di informazione per la cittadinanza; con l’introduzione negli uffici comunali dell’utilizzo esclusivo di materiale biodegradabile e compostabile con conseguente divieto assoluto di utilizzo di plastica usa e getta, oppure con utilizzo di materiale lavabile e riutilizzabile; con l’installazione e la promozione dell’uso di distributori dell’acqua pubblici, al fine di ridurre l’uso di bottiglie di plastica, anche presso il plesso scolastico; con l’organizzazione di giornate straordinarie di pulizia di aree verdi, soprattutto arenili, coinvolgendo associazioni e cittadini; con la promozione del vuoto a rendere; con la disposizione per le future forniture di materiali monouso, nei capitolati di gara, che escludano espressamente la possibilità di acquisto di materiali non biocompostabili; con l’eliminazione dell’uso di piatti, bicchieri, cannucce e altri oggetti di plastica usa-e-getta nelle sagre e manifestazioni pubbliche che ricevono contributi o anche il solo patrocinio del Comune di Campomarino, preferendo l’uso di materiali compostabili; con la promozione di azioni e progetti in tema di economia circolare della plastica sulle spiagge, per limitarne il consumo e favorirne il recupero e il riuso. Riteniamo che le istituzioni devono dare il buon esempio. L’importante è iniziare, anche da piccoli passi! Ogni impegno, piccolo o grande che sia, per liberarci dalla plastica, è sinonimo di quel cambiamento culturale ed ambientale necessario per il bene delle future generazioni. Se la mozione verrà approvata, finalmente anche il nostro paese inizierà a mettere in atto politiche per la riduzione del materiale plastico per la salvaguardia dell’ambiente e sul sito del Ministero potrebbe apparire anche il nome del Comune di Campomarino».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com