Campobasso si sveglia sotto una coltre bianca: notte di lavoro per liberare le strade dalla neve

Scuole regolarmente aperte nel capoluogo di regione. Bufera notturna anche a Capracotta che si è svegliata sotto un metro di neve. Resta chiusa la strada per Campitello Matese per il rischio slavine

Campobasso si è svegliata sotto una coltre di neve. La dama bianca è caduta copiosa nella nottata tra domenica e lunedì imbiancando strade e palazzi. In azione i mezzi della Sea per ripulire le principali arterie e consentire il rientro a scuola in sicurezza. “Con l’intensificarsi delle precipitazioni – affermano dalla Sea – sono stati chiamati in servizio tutti i mezzi operativi. Le squadre di operatori hanno spalato la neve dagli ingressi di tutti gli Istituti scolastici cittadini e quindi si svolgeranno le lezioni regolarmente. Non si sono registrati particolari disagi. Continuiamo a invitare tutti alla prudenza”.

Non si registrano disagi alla circolazione che è regolare in tutta la città, mentre qualche piccolo problema lo hanno i pedoni a causa dei marciapiedi che non sono stati ancora del tutto ripuliti dalla neve e dal ghiaccio che si è formato nel corso della notte.

Stando alle previsioni meteo, il maltempo dovrebbe subire una battuta di arresto nella giornata di oggi e in quella di domani, 24 gennaio, per riprendere presumibilmente verso la metà della settimana quando sono previste ancora delle precipitazioni anche di carattere nevoso.

Bufera notturna anche a Capracotta che si è svegliata sotto un metro di neve, mentre resta ancora chiusa, come deciso nel pomeriggio di ieri, domenica 22 gennaio, la strada per Campitello Matese dove il rischio è rappresentato dalle slavine.