Campobasso-Roma, cadavere senza testa sui binari: treno arrivato con 4 ore di ritardo

Il treno partito questa mattina (9 febbraio) da Campobasso alle 8.35 è arrivato alla stazione di Roma alle 15.25, facendo registrare un ritardo di 3 ore e 38 minuti. Ritardo dovuto al rinvenimento di un cadavere sui binari.
“Per il rinvenimento di un cadavere all’altezza della fermata di Colonna Galleria, sulla linea FL6, il traffico ferroviario, in direzione Roma, è sospeso dalle 9.40. In corso gli accertamenti di rito da parte dell’Autorità giudiziaria”- questo quanto comunicato da Trenitalia. Il corpo è stato rinvenuto senza testa e un arto.
Si tratterebbe di G.P.N, un uomo di 50 anni di Palestrina scomparso ieri sera da casa. I familiari, non vedendolo rincasare, avevano subito sporto denuncia ai carabinieri di Palestrina. Da una prima ricostruzione l’uomo si sarebbe suicidato sdraiandosi sui binari tra Colonna e Zagarolo aspettando l’arrivo di un convoglio che durante la notte lo ha quindi travolto, decapitandolo. Ad avvistare il cadavere ed a segnalare la sua presenza sui binari alle forze dell’ordine, è stato il macchinista di un treno merci in transito. Sul posto sono intervenuti la Polfer di Colleferro e la polizia scientifica di Roma. I pendolari che hanno assistito alla scena sono comprensibilmente sotto shock.
Trenitalia ha fronteggiato il problema facendo continuare la circolazione su un unico binario, escludendo quello dove si è verificato il suicidio. Non ha messo a disposizione servizi autobus sostitutivi per chi doveva raggiungere Roma.
Così i passeggeri partiti da Campobasso alle 8.35 che sarebbe dovuti arrivare alle 11.47, sono giunti a destinazione con quasi 4 ore di ritardo.

Foto archivio

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com