Campobasso, presentata la 54esima stagione concertistica degli “Amici della Musica”

Si è svolta questa mattina, presso la sala Conferenze della Fondazione Molise Cultura di Campobasso, Palazzo ex GIL, la presentazione della 54esima Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Campobasso. Antonella De Angelis, nel suo terzo mandato da direttore artistico, ha provveduto a illustrare il programma della nuova stagione 2022-23, che prenderà il via sabato 8 ottobre. Presenti per l’occasione Roberto Gravina, sindaco di Campobasso, Paola Felice, assessore alla Cultura del Comune di Campobasso, Antonella Presutti, presidente della Fondazione Molise Cultura, Sandro Arco, direttore artistico della Fondazione Molise Cultura.

“La collaborazione tra il Comune di Campobasso e l’associazione degli Amici della Musica Walter De Angelis è instradata, da tempo, lungo un percorso di crescita che sta permettendo di offrire alla nostra città, durante tutto il corso dell’anno, eventi di qualità che contribuiscono a valorizzare anche luoghi di Campobasso ai quali siamo tutti molto legati. – ha detto il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, intervenendo durante la conferenza di presentazione –. Questa programmazione estesa, frutto di un lavoro programmatico davvero intenso in ambito culturale che sta contraddistinguendo progressivamente l’operato della nostra amministrazione e del quale va riconosciuto il merito al nostro assessore alla cultura e vice sindaco Paola Felice, rende poi più agevole anche innestare nel panorama di offerte, non solo strettamente musicali, messo a disposizione della cittadinanza, manifestazioni consolidate come quella della Stagione Concertistica della stessa Associazione, sulla quale – ha sottolineato Gravina – investiamo come Amministrazione anche quest’anno con la consapevolezza delle professionalità che vengono messe in campo, ma anche con l’intenzione di continuare a farne un grimaldello per aprire, insieme agli Amici della Musica, nuovi scenari fatti di proposte innovative per la nostra città che ha il desiderio di ricevere stimoli culturali sempre più intensi e costanti”.

In sintonia con quanto detto dal sindaco anche l’assessore alla Cultura e vice sindaco di Campobasso, Paola Felice, che ha ribadito la visione d’insieme nella quale si va ad inserire questa Stagione Concertistica degli Amici della Musica che va ad iniziare. “Con gli Amici della Musica abbiamo un rapporto di confronto continuo e di grande apertura – ha detto l’assessore – e ogni evento e manifestazione che realizziamo insieme parte dalla reciproca volontà di migliorarci, di non sentirsi mai appagati da quanto già siamo riusciti a realizzare, individuando subito il prossimo obiettivo da raggiungere. È in questo modo – ha spiegato Felice – che insieme, oltre alla stagione concertistica, siamo riusciti a strutturare per la città un discorso più esteso, che ha prodotto cartelloni compositi come quello di Musica in Città, fatto di Musica in Villa, nello scenario di Villa De Capoa, Voci dal Castello, nel nostro Castello Monforte, e la rassegna organistica appena conclusasi. Eventi e manifestazioni che hanno riscosso grande partecipazione e che contribuiscono ad avvicinare nuovo pubblico anche per la Stagione Concertistica, una Stagione che grazie alla competenza, alla sensibilità e alla voglia di proporre sempre qualcosa di nuovo da scoprire propria di Antonella De Angelis, direttore artistico dell’Associazione, riuscirà, anche in questo caso, a trasmetterci emozioni uniche”.

Inoltre, la direzione artistica, ha accolto con grande senso di responsabilità la sfida lanciata al mondo della Cultura dal Ministero dei Beni Culturali, che ha fornito delle linee di orientamento ispirate all’Agenda 2030,conun programma d’azione sottoscritto dall’ONU, con 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGS).

“Si riconosce alle arti e alla cultura un valore strategico sostanziale atto a sensibilizzare, coinvolgere, educare alla consapevolezza del cambiamento, della sostenibilità globale, dei diritti umani, dell’uguaglianza di genere, della promozione di una cultura di pace e di non violenza – spiega Antonella De Angelis – . E’ importante dare impulsi positivi e duraturi nell’azione educativa e culturale, la musica ha la capacità di essere un importante veicolo di sensibilizzazione. In questo modo nella programmazione della stagione 2022-2023 ho cercato delle tematiche per rilanciare, ad esempio, le compositrici sconosciute, contribuendo a scrivere una nuova pagina della storia della musica, inoltre, ho cercato di far conoscere i talenti e di sensibilizzare sui temi che riguardano i diritti come la Giornata della Memoria, con lo spettacolo di teatro musicale Ad Auschwitz c’era un’orchestra femminile, la vera storia dell’unica orchestra femminile presente nei campi di concentramento. Tutto questo alla luce di quel valore intrinseco che il linguaggio musicale contiene e che il nostro pubblico condivide da anni. Bellezza che armonizza le relazioni, valore che genera sentimento e potenza espressiva che avvicina alla verità, diversa per ognuno”.

IL PROGRAMMA DELLA STAGIONE CONCERTISTICA 2022-23

SABATO 8 OTTOBRE 2022
Premio Busoni 1992
ANNA KRAVTCHENKO pianoforte


SABATO 15 OTTOBRE 2022
Le orchestre italiane
ORCHESTRA SINFONICA ROSSINI
Daniele Agiman direttore
Giuliano De Angelis violoncello


SABATO 22 OTTOBRE 2022
SoloBach
MARCO SERINO violino


SABATO 29 OTTOBRE 2022
Le orchestre italiane
NUOVA ORCHESTRA DA CAMERA FERRUCCIO BUSONI
Massimo Belli direttore
Giuseppe Gibboni violino
Primo Premio 56° Concorso Internazionale Paganini


SABATO 5 NOVEMBRE 2022
Primo Premio International Mozart Competition Salzburg 2020
CLARISSA BEVILACQUA violino
YU NITAHARA pianoforte


SABATO 12 NOVEMBRE 2022
Musicophilie
FEDERICA LIVI soprano
MARTA TACCONI pianoforte


SABATO 19 NOVEMBRE 2022
Compositrici: la musica taciuta
ARS TRIO
Marco Fiorentini violino
Valeriano Taddeo violoncello
Laura Pietrocini pianoforte


DOMENICA 27 NOVEMBRE 2022
Capriccio Romantico:
nel bicentenario della nascita di C. Alfredo Piatti
LUCIANO TARANTINO violoncello
PAOLO SCAFARELLA pianoforte


SABATO 3 DICEMBRE 2022
Giovani emergenti
CHAOS QUARTET
Susanne Schäffer violino
Eszter Kruchió violino
Sara Marzadori viola
Bas Jongen violoncello


MERCOLEDÌ 14 DICEMBRE 2022
Premio delle Arti 2021
JOSEF EDOARDO MOSSALI pianoforte


SABATO 17 DICEMBRE 2022
XXXIX Premio Abbiati
QUARTETTO WERTHER
Misia Jannoni Sebastianini violino
Martina Santarone viola
Vladimir Bogdanovic violoncello
Antonino Fiumara pianoforte


SABATO 14 GENNAIO 2023
Antiche tradizioni e magiche atmosfere
DUO ALPHORN & BAYAN
Carlo Torlontano alphorn (corno delle Alpi)
Massimiliano Pitocco bayan (fisarmonica)


SABATO 21 GENNAIO 2023
Energia e passione
GALAN TRIO
Babis Karasavvidis violino
Marina Kolovou violoncello
Petros Bouras pianoforte


SABATO 28 GENNAIO 2023
Giornata della Memoria
TEATRO MUSICALE
“Ad Auschwitz c’era un’orchestra femminile”


SABATO 4 FEBBRAIO 2023
Dialogo Romantico
DANIELE ORLANDO violino
ELENA MATTEUCCI pianoforte


SABATO 11 FEBBRAIO 2023
Il fagotto dal romanticismo al contemporaneo
PAOLO CARLINI fagotto
FABRIZIO DATTERI pianoforte


SABATO 18 FEBBRAIO 2023
EstrosaMente
SANDRO LAFFRANCHINI violoncello


SABATO 25 FEBBRAIO 2023
Paesaggio italiano: Stile e linguaggio del ‘900
ALFONSO GIANCATERINA clarinetto
GIULIA GRILLI pianoforte


SABATO 4 MARZO 2023
Primo Premio Khachaturian Cello Competition 2021
ETTORE PAGANO violoncello
MONICA CATTAROSSI pianoforte


SABATO 11 MARZO 2023
Nuances
MICHELE D’ASCENZO pianoforte


SABATO 18 MARZO 2023
Suonasse te pure stasera scordato strumento, cuore
(Montale, corno inglese da Ossi di seppia)
RICCARDO BRICCHI oboe e corno inglese
SARA D’AMICO arpa


DOMENICA 26 MARZO 2023
Le orchestre italiane “Classico e neoclassico”
ORCHESTRA SINFONICA ABRUZZESE
Ernesto Colombo direttore
Andrea Bacchetti pianoforte