Campobasso, pomeriggio da incubo: il Tolentino si impone 4-0 senza appello. Gara compromessa nel primo tempo

Difesa perforabile, attacco sciupone e manovra sterile. Nel pomeriggio (inaspettato) di Tolentino c’è davvero tutto da cancellare. Il Campobasso si risveglia umano, dopo quattro successi consecutivi, mostrando minor mordente e una insolita imprecisione sotto porta. Prestazione negativa anche da parte dei singoli, spesso soffocati dal dinamismo dei cremisi, in stato di grazia e perfetti nello sviluppo della partita alla ricerca della profondità. Domenica, contro l’Aprilia, servirà una reazione di spessore.

Campobasso sprecone, Tolentino chirurgico. Rientra Esposito, l’attacco è completato da Cogliati e Zammarchi con Piga tra i pali. Cudini presenta in panchina tre dei nuovi acquisti: De Biase, Ladu e Rossetti. Assenti l’altro neo innesto Persia (ancora in fase recupero) e Sforzini, che sembra fuori dal progetto in attesa di sistemazione. Su di lui è forte l’interesse del Rieti. Il Tolentino di Mosconi, reduce da alcuni risultati non entusiasmanti, si affida ad un 4-4-2 abbottonato per contenere la capolista. Al 9′ errato disimpegno voltante di Labriola, Cogliati è tutto solo davanti a Dupuis ma non riesce ad addomesticare un pallone complicato. Al 15′ occasione clamorosa: Cancellori anticipa Dupuis in uscita e serve Cogliati, l’attaccante si aggiusta il pallone sul destro ma a porta spalancata centra in pieno la traversa. Un segnale che apre il pomeriggio di patemi. Al 21′ Padovani recupera due palloni consecutivi in contrasto, Severini si invola verso la porta sfruttando una difesa altissima dei rossoblù. Sinistro potente sul primo palo, Piga non riesce ad intercettare: 1-0 cremisi. La risposta è fiacca, il Tolentino è più reattivo e punisce con il raddoppio. Caparbio ancora Padovani in area, la retroguardia è molle, palla a Capezzani che batte Piga. Stavolta sembra pronta e rabbiosa la reazione del Lupo: Zammarchi si divora l’1-2 al 31′ con Dupuis in uscita. Il primo tempo horror prosegue però al 34′: angolo di Conti, Padovani quasi indisturbato stacca di testa e fa tris. Cudini cambia: già prima dell’intervallo fuori Brenci (forse un problema fisico), dentro Ladu. Si va a riposo per la proverbiale strigliata.

Lupo spento: non c’è reazione veemente. Ci si aspetta un Campobasso arrembante ad inizio ripresa, ma il motore di giornata gira improvvisamente con pochi cavalli. Bisogna attendere il 17′, dopo altri due cambi effettuati da Cudini, per ritrovarlo pericoloso. Cogliati, stavolta ben servito in area salta anche il portiere, Zrankeon si inserisce e quasi sulla linea di porta respinge. Per il professore con la casacca numero nove non è giornata: lo si capisce al 20′, quando ben servito dal neo entrato Tenkorang, calcia a lato sciupando una clamorosa occasione. Dal possibile 1-3, il Campobasso rischia lo 0-4. Il neo entrato Ruci mette in apprensione la retroguardia, cross ficcante raccolto da Severini che scaraventa in porta ma è fermato dalla traversa a Piga battuto. Altri brividi. Nel finale arriva anche il poker troppo facile dei marchigiani, ai quali riesce praticamente tutto: Conti a campo aperto, il cross è pennellato per Minella, a segno indisturbato di testa. Gioco, partita, incontro. Nel finale, la percussione sfortunata di Rossetti e un palo di testa di Candellori rappresentano la fotografia perfetta di un pomeriggio da incubo sotto ogni punto di vista. L.L.

TOLENTINO (4-4-2): Dupuis, Zrankeon, Ruggeri (88’Eleonori), Bonacchi, Conti, Labriola, Laborie, Tortelli (64’Ruci), Padovani (61’Minella), Severini (92′ Niane), Capezzani (73’Tizi). A disposizione: Governali, Strano, Rozzi, Cicconetti. Allenatore: Andrea Mosconi

CAMPOBASSO (4-3-3): Piga, Fabriani (61’Martino), Vanzan, Brenci (41’Ladu), Menna, Dalmazzi, Bontà (55’Rossetti), Candellori, Cogliati, Esposito (75’Di Domenicantonio), Zammarchi (55’Tenkorang). A disposizione: Raccichini, Sbardella, De Biase, Vitali. Allenatore: Mirko Cudini

Arbitro: Gianquinto di Parma

MARCATORI: 21′ Severini, 29′ Capezzani, 34′ Padovani, 84′ Minella