Campobasso, è già futuro. Da sciogliere il nodo Cudini: “Priorità al Lupo”. Si decide in 48 ore

Il tecnico si incontrerà con il patron Gesuè per discutere la permanenza. Ci sono tante richieste ma potrebbe restare al timone

Se è vero che nel calcio i risultati sono tutto, Mirko Cudini puó dormire tra comodi guanciali quando la “critica” si siede al tavolo per discutere del suo operato. In tre anni, ed è già questo un record da queste parti, ha accarezzato una promozione (sospensione covid), poi l’ha ottenuta e infine ha centrato una salvezza tranquilla in terza serie. Potremmo fermarci qui, per evidenziare la bontà assoluta del lavoro. Ma c’è molto altro: dall’identità riconoscibile della squadra alla crescita dei giovani, senza dimenticare il gioco gradevole e una gestione impeccabile del gruppo. Non passi per sviolinata in piena regola, bensì per oggettivo quanto enorme lavoro prodotto, che imporrebbe una prosecuzione del rapporto senza appello.

Nel calcio, però, chi fa bene è notato eccome.. Cudini ha attirato su di sè le attenzioni di diversi club, quale artefice, protagonista, dell’ascesa rossoblù, generando comprensibili ambizioni personali, storia vecchia e logica del pallone. Per restare al timone del Lupo, chiederà le giuste garanzie, giocatori funzionali alla crescita, oltre che obiettivi rinnovati. “Si sono dette tante cose ma la priorità resta il Campobasso – ha spiegato ieri, tra bilanci e sorrisi – parleremo con il presidente perché c’è la voglia di continuare, dopo tre anni assolutamente soddisfacenti su tutta la linea. Il plauso più grande va ai ragazzi”.

Morale: presto, molto presto, si prenderà una decisione. A carte scoperte, anche patron Gesuè ha annunciato l’incontro con il tecnico (in scadenza) che avverrà tra domani e mercoledì. Non si sbilancia, ma vorrebbe evitare di perdere il condottiero del progetto. E la permanenza del ds De Angelis, sempre più vicina, è una carta ulteriore da giocare per convincere l’allenatore “amato troppo poco” a sposare ancora la causa, “ufficialmente in serie C anche il prossimo anno”, come annunciato dal presidente. Anche qui, una piacevole novità, se si ripensa alle estati tribolate di un tempo, così vicine e così lontane… le.lo.

*foto Eric Moscufo (Corrieresport.it)