Campobasso e Foggia si dividono la posta (1-1). Liguori risponde a Ferrante in una gara dai due volti (VOTA SONDAGGIO)

Lupi di rimonta con il Foggia: finisce 1-1. Vota il migliore di giornata

Finisce 1-1 tra Campobasso e Foggia nel match di quindicesima giornata che consente ai Lupi di fare un piccolo passettino in avanti in classifica. Gara dai due volti quella di Selva piana: primo tempo (quasi) tutto di marca foggiana, con l’undici di Zeman avanti con merito e in controllo. Ripresa sprint e cuore per i rossoblù, spinti da un pubblico caloroso che non ha mai fatto mancare il proprio sostegno. Di Liguori il gol del pari, cui hanno fatto seguito diverse occasioni di contropiede non sfruttate. In attesa di momenti migliori, è un pareggio che fa morale.

Le scelte di Cudini. Il tecnico rossoblù opta per il 3-4-3 già proposto a Torre del Greco rinunciando allo ‘specchio’ con il 4-3-3 zemaniano. Magri e Sbardella affiancano Dalmazzi in difesa; esordio dal 1′ per Persia in mediana, in prima linea spazio alla velocità di Liguori e Vitali a supportare Rossetti. In casa Foggia, Zeman, orfano del talentuoso Curcio, si affida al bomber Ferrante e ai guizzi di Tuzzo.

Foggia padrone nel primo tempo. Al 5′ il primo pericolo è di marca foggiana: angolo da sinistra, Ferrante può girare di testa tutto solo sfiorando la traversa. Risposta Lupo al 16′ con una ripartenza che trova scoperta la difesa dei Satanelli: Rossetti vola verso la porta, Liguori è anticipato sul più bello a centro area da Di Pasquale. Sembra un match aperto ad ogni colpo di scena, ma il Foggia mette la freccia al 23′: Vitali perde una palla sanguinosa sulla trequarti, Ferrante apre su Nicoletti che restituisce il favore con una rasoiata, spedita in rete dal cecchino rossonero. Il Campobasso sembra imbolsito e incapace di orchestrare, quasi dedito al solo piano fatto di ripartenze: la sveglia prova a suonarla Persia con un fendente dalla distanza allo scoccare della mezz’ora, un metro a lato alla destra di Alastra. Un sussulto isolato. Sempre Foggia, più avvolgente, pericoloso sul finire di tempo al 43′, a margine di una prima frazione complessivamente convincente per gli ospiti: iniziativa di Garofalo, cross immediato nello stretto e Ferrante per poco non realizza il bis personale mandando a lato di testa. Il bilancio parziale dice poco Lupo, tanto Diavolo. Sul possesso palla e nelle occasioni.

Reazione ed orgoglio. 2′ Squillo improvviso su ripartenza rapida in avvio: Liguori, servito da Rossetti, scaglia una bordata sul primo palo, sulla quale Volpe (subentrato) riesce solo a toccare. Esplode Selva piana. La gara si accende con il Foggia subito attivo con l’intenzione di riportarsi avanti: Garattoni da destra, traversone interessante sul quale non arriva di un soffio Ferrante in tuffo. Non c’è un attimo di tregua: ripartenza rapida del Campobasso al 7′, Fabriani vola a grandi falcate in campo aperto, poi serve Ladu che spara di sinistro a lato da posizione vantaggiosa. Di nuovo rossoblù su batti e ribatti al limite, raccoglie Rossetti (12′) che trova solo la potenza: palla alta sulla trasversale. Il pari immediato sembra dare brio ad un undici di Cudini finalmente reattivo, ancora pericoloso sempre con Rossetti due minuti dopo: Volpe disinnesca anche il tap-in di Vitali con due buoni interventi. Al 20′ è Magri a mettere in imbarazzo l’estremo ospite, che non trattiene un traversone, con il pallone che rimbalza a pochi centimetri dalla riga bianca prima del rinvio risolutivo di Di Pasquale. Dopo un lungo testa a testa, i ritmi calano comprensibilmente solo nel finale, chiuso in dieci dal Foggia per l’espulsione di Di Pasquale, al secondo giallo. Un punto per il Campobasso, di rimonta, bottino magro ma utile per muovere la classifica. le.lo.

CAMPOBASSO (3-4-3): Raccichini; Fabriani, Sbardella (81’Martino), Dalmazzi, Magri; Pace (61’Vanzan), Ladu (61’Giunta), Persia (70’Tenkorang); Rossetti (81’Parigi), Liguori, Vitali. A disposizione: Zamarion, Coco, Nacci, Emmausso, De Biase. Allenatore: Mirko Cudini

FOGGIA (4-3-3): Alastra (33’Volpe); Martino, Di Pasquale, Sciacca, Nicoletti (74’Rizzo Pinna); Garattoni, Petermann, Gallo (74’Di Jenno); Tuzzo (62’Merkaj), Ferrante, Garofalo (62’Ballarini). A disposizione: Maselli, Vigolo, Girasole. Allenatore: Zdenek Zeman

Arbitro: Panettella di Gallarate

MARCATORI: 23′ Ferrante (F), 47′ Liguori

RISULTATI 15^GIORNATA. Latina-Messina 1-0; Palermo-Paganese 3-0; Vibonese-Monterosi 0-0; Avellino-Picerno 1-1; Catanzaro-Juve Stabia 1-1; Taranto-Catania 3-2; Virtus Francavilla-Turris 1-2; Campobasso-Foggia 1-1; Fidelis Andria-Bari 0-3; Potenza-Monopoli 0-0

LA NUOVA CLASSIFICA. Bari 33; Palermo 29; Turris 28; Monopoli 27; Catanzaro,Avellino 24; Virtus Francavilla, Taranto 23; Foggia (-4) 21; Catania, Juve Stabia 19; Campobasso, Latina, Picerno, Paganese 17; Monterosi 15, Potenza 14; Fidelis Andria, Messina 12; Vibonese 10