Campobasso, domani si apre il mercato. La società lavora su tre pedine per puntellare la rosa

Incassato il rinvio della prima gara del 2022 (Taranto-Campobasso non si giocherà ndr), il Campobasso continua la serie di allenamenti – intervallati dalle pause dovute alle festività – con l’intento di farsi trovare pronto al primo appuntamento del nuovo anno. Sarà il Monterosi, a Selva piana, il primo avversario della seconda parte di stagione, in una gara particolarmente delicata per la classifica. L’aumento esponenziale dei contagi, del resto, ha costretto la Lega a scegliere la strada della prudenza, facendo slittare il programma calendarizzato in estate.

Inutile nascondersi. Tutte le attenzioni dei tifosi sono rivolte al mercato che si apre domani e che si protrarrà fino al 31 gennaio. Dalla cosiddetta finestra di riparazione, il popolo rossoblù si aspetta qualche regalo al fine di giocarsi le chance salvezza al massimo delle possibilità. Due, forse tre, le operazioni che la dirigenza sta mettendo in cantiere. La difesa è il primo reparto sul quale si interverrà con un paio di pedine; un mediano di qualità e con caratteristiche diverse, parimenti, andrebbe a rinforzare la batteria di centrocampisti a disposizione di Cudini. Anche qui, le valutazioni effettuate dalla dirigenza nelle ultime settimane, hanno fatto scattare il semaforo verde. Infine, c’è il capitolo Rossetti, che piace (e molto) a diverse squadre. In caso di partenza, sarà adeguatamente sostituito con un centravanti di categoria.

Restano da valutare – in uscita – le posizioni di alcuni elementi poco utilizzati dal tecnico, veri e propri oggetti misteriosi del mercato estivo. Non sono da escludere partenze fin dai primi giorni dalla riapertura delle liste.