Campobasso, dal dominio alle ingenuità: la Paganese ribalta i rossoblù (2-1) e impone la sconfitta nello scontro diretto

Un primo tempo ben giocato, poi la caduta non nuova nelle amnesìe, cui si aggiunge l’ingenua espulsione a gara ancora aperta di Bontà. Il Campobasso esce da Pagani con l’amaro in bocca per una sconfitta che complica i piani in classifica: autoritario e padrone del campo per quaranta minuti, si smarrisce in quindici primi complessivi di blackout. Un film forse già visto, stavolta aggravato dal peso specifico della posta in palio. Fermo a quota ventisette, il Lupo sarà chiamato a reagire martedì sera contro la big Monopoli, sul terreno di gioco amico.

La quasi…perfezione della prima frazione. Complici le tante assenze, scelte obbligate in mediana per Cudini. In porta non c’è Zamarion, in prima linea tocca di nuovo a Di Francesco, con Rossetti che parte ancora dalla panchina al pari di Merkaj, non al meglio della condizione. Al 2′ si intuisce la bontà dell’approccio rossoblù con la prima grossa occasione: Pace sventaglia a cercare Emmausso, che da posizione ghiotta allarga troppo il compasso con un tiro d’esterno. Ma è un Campobasso tambureggiante in avvio, favorito dalla qualità corale al 6′: Ladu orchestra, velo di Emmausso, Liguori tocca per Di Francesco che prende la mira e fredda Baiocco. Tutto in velocità, tutto perfetto per l’1-0, che sentenzia un approccio felice. La reazione della Paganese è affidata a Castaldo: al 14′ l’attaccante scuote i suoi liberandosi al tipo minaccioso a lato, uno spavento per Racchichini. Non sembrano, esserci, tuttavie, avvisaglie di ulteriori pericoli: i rossoblù – ben disposti in campo – pungono nella varie ripartenze con un trio mobile offensivo ispirato, riuscendo al contempo a soffocare le fonti di gioco campane con un pressing oculato. E’ il motivo per il quale giunge come una beffa, al 42′, il pari dei locali: un’azione sulla destra elude il fuorigioco, la difesa si perde Firenze che di testa gela Raccichini, apparso non irreprensibile nel tentativo di intervento. Un solo episodio vanifica un primo tempo nel quale il Campobasso aveva dimostrato di essere meritatamente avanti.

Le ingenuità dietro l’angolo. Riacciuffati sul più bello, i rossoblù pagano le scorie dell’1-1. Fragile è la difesa in apertura di ripresa: uno contro uno con Dalmazzi da parte di Tommasini, al quale riesce lo scarico arretrato per Cretella, che trova il sinistro radente del 2-1. Un ribaltone, favorito dal vecchio vizietto delle amnesìe difensive. Il Lupo improvvisamente annaspa, perdendo il controllo emotivo della situazione: Bontà, al quarto d’ora, si becca il secondo giallo in maniera ingenua, lasciando decimata una squadra che si riscopre fragile improvvisamente. Cudini attinge allora dalla panchina, con ciò che ha: dentro Giunta e Rossetti, lasciano il campo gli esterni Di Francesco e Liguori. L’occasionissima capita al 75′: bordata di Pace, la palla centra in pieno la traversa bassa ma non varca la linea bianca. Lupo ingenuo ed anche, come conseguenza della legge del “Dio del Calcio”, sfortunato. Sempre Pace, in pieno recupero, lancia l’ultimo assalto della partita: la serpentina si conclude sul piede sbagliato, con conseguente tiro sbilenco. Finisce 2-1 con il rammarico che fa segnare il punto più alto dell’asticella. La Paganese, di fatto, porta a casa l’intera posta senza strafare. Fa e disfa il Campobasso, il protagonista nel bene e nel male di una gara che ha il sapore della grossa occasione sciupata. le.lo.

Tabellino

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Manarelli (89’Brogni), Sbampato, Celesia; Martorelli (81’Diop), Cretella (75’Zanini), De Santis, Firenze, Bensaja (89’Scanagatta); Tommasini (81’Tissone), Castaldo. A disposizione: Pellecchia, Avogadri, Konate, Perlingieri, Del Regno, Iannone. Allenatore: Gianluca Grassadonia

CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Sbardella, Dalmazzi, Pace; Bontà, Ladu, Candellori; Di Francesco (65’Rossetti), Emmausso (84’Merkaj), Liguori (65′ Giunta). A disposizione: Coco, Vanzan, Nacci, Martino, Magri, Bolsius. Allenatore: Mirko Cudini

Arbitro: Zamagni di Cesena

MARCATORI: 6′ Di Francesco, 43′ Firenze (P), 47′ Cretella (P)