Campobasso-Bari, sarà spettacolo sugli spalti con oltre 5mila cuori rossoblù. Caccia agli ultimi biglietti

E’ la vigilia della partita dell’anno: Campobasso-Bari, ovvero l’orgoglio di una piazza calcisticamente rinata contro il blasone di una certezza del calcio italiano con oltre 30 campionati di A. Tanti, infiniti, i significati della sfida di domani (ore 14,30) a Selva Piana. Tutti raccolti a piene mani dal tifo rossoblù, che ha risposto in maniera massiccia, polverizzando i tagliandi di Curva Nord (inferiore e superiore), e arrivando – già questa mattina – ai quasi 4.500 biglietti venduti in prevendita. C’è tempo fino alle 19 di questa sera per accaparrarsi un posto in tribuna, con disponibilità nella centrale superiore e nell’anello inferiore. Poi sarà il momento della festa e dei colori sugli spalti, da ambo i lati, per una giornata all’insegna delle vibrazioni più autentiche, quelle che riportano inevitabilmente alla mente i giorni gloriosi della storia del Lupo.

Precedenti e aneddoti. I rossoblù tornano ad affrontare ‘La Bari’ a distanza di trentaquattro lunghi anni. Gli ultimi precedenti sono dalla parte del Campobasso, che nella stagione 1986/87 riuscì a vincere 1-0 nella gara interna di campionato dell’allora serie B, impattando 1-1 in Puglia, al ritorno. Nell’attuale rosa c’è anche chi, come Mattia Rossetti, ha già dato un dispiacere importante all’attuale capolista del girone C di terza serie. Correva la stagione 2014-2015, campionato cadetto, sugli spalti circa 25mila spettatori per Bari-Catania. Il diciottenne Rossetti gelò il San Nicola poco dopo l’ottantesimo, costringendo i biancorossi ad un pari di rincorsa e deludente, maturato solo al novantesimo. Fu l’unico gol messo a segno dall’attuale bomber rossoblù in quel campionato di B. I tifosi più attenti alla cabala sono autorizzati a sognare il bis, qualche anno dopo…

Le novità sui parcheggi. Vista l’alta affluenza prevista, è stata emanata un’ordinanza che varrà anche per le successive gare casalinghe della stagione. Almeno due le variazioni di rilievo. I possessori del biglietto in Curva Nord, ed è la prima novità, potranno parcheggiare e accedere al settore esclusivamente dal lato distinti; al termine del match, invece, per chi ha sostato sui lati curva sud e tribuna, ci sarà l’obbligo di direzione a destra (verso Motorizzazione ndr). Un piano rinnovato che dovrebbe migliorare il flusso veicolare in concomitanza con l’evento di maggior richiamo per la città. le.lo.