Campobasso, a Latina è vietato sbagliare. Uno scontro diretto per rimpolpare la classifica

Lo spartiacque. Così andrebbe definito, per il Campobasso, il match di Latina, se non altro per ragioni di classifica e per la secca definizione di scontro diretto che avvolge sorniona i novanta minuti del “Francioni”. Numeri e primo scorcio di campionato vanno in quella direzione: è vietato sbagliare. I laziali vantano 11 punti in classifica (con tre vittorie, due pari ed otto sconfitte all’attivo); il Lupo viaggia a ritmo neutro, a quota 16, rinfrancato da un buon ruolino esterno (tre delle quattro vittorie sono giunte lontano da casa), ma deve fare i conti con una fragilità difensiva (23 gol al passivo) balzata alle cronache a cadenza giornaliera nell’ultima settimana.

Supportato da circa 300 tifosi pronti a seguire la squadra, alcuni dei quali provenienti dalla vicina Roma, il Campobasso si avvia a disputare (calcio d’inizio domani alle 14,30) una gara dai mille significati e da non sbagliare. Ne va del bilancio complessivo e dei risvolti (u)morali di una piazza che – forse a torto trattandosi del (ri)esordio tra i professionisti – mal digerisce le sconfitte, in particolare con le dirette concorrenti. Spazio dunque a fantasia e fosforo, equamente distribuiti, nell’undici titolare verosimilmente pensato da Cudini, che tuttavia conserva qualche dubbio nel giorno della vigilia.

Davanti a Racchicini, Magri, Dalmazzi e Fabriani sembrano certi di una maglia da titolare. A sinistra, ballottaggio Pace-Vanzan per completare la batteria dei difensori. Sulla mediana, il rientro di Ladu è risultato determinante per le geometrie di gioco: al suo fianco dovrebbero agire Bontà e Candellori, con Tenkorang pronto a subentrare o a insidiare uno di questi ultimi per la terza maglia di centrocampo Capitolo attacco: Emmausso ha bisogno di continuità e Cudini sembra intenzionato a lanciarlo ancora dal 1′. Reparto completato da Rossetti e da Liguori, favorito su Vitali nel borsino pre-gara. le.lo.

IL PROGRAMMA DELLA 14^ GIORNATA – SERIE C

Latina – Campobasso

Palermo – Potenza

Catania – Foggia

Messina – Avellino

Bari – Vibonese

Juve Stabia – Monterosi

Monopoli – Taranto

Paganese – Fidelis Andria

AZ Picerno – Virtus Francavilla

Turris – Catanzaro