Campionati italiani under 17 al femminile, iniziata la rassegna campobassana

Entusiasmo, musica, coinvolgimento, coreografie coinvolgenti. La cerimonia di inaugurazione delle finali nazionali under 17 in rosa ha fatto pienamente centro in un’Arena vestita a festa per ospitare l’appuntamento che ha visto tutte e sedici le squadre protagoniste dell’evento scendere in pista per il saluto al pubblico e a quelle atlete con cui condivideranno gioie, sudore e parquet (quelli griffati ‘La Molisana Arena’ e ‘PalaUnimol) da domani e sino a sabato per l’assegnazione dello scudetto.
A portare il saluto delle istituzioni l’assessore regionale Vincenzo Niro e quello comunale allo sport Luca Praitano,a dare l’omaggio del movimento olimpico la consigliera nazionale del Coni Lancellotta e la delegata del Coni Point di Campobasso Pina Calcagnile e ancora a farsi portavoce del pensiero di gioia il presidente del Cus Molise Maurizio Rivellino e, sul fronte cestistico, la consigliera nazionale della Federbasket Rossella Ferro, che ha spronato le ragazze a dare il massimo per tutta la rassegna, ed il delegato della Fip Molise Giuseppe Amorosa, emozionato per l’evento ospitato in regione.
L’esibizione al sassofono contralto di Giuseppe Di Pietro con due cavalli di battaglia della musica dance e le evoluzione delle ginnaste dello Sporting Bovianum hanno trasmesso brividi ed emozioni alle cestiste presenti chiamate a raggiungere il centro del campo per una passerella e per ricevere gli omaggi del comitato organizzatore (con loro anche la ‘diciassettesima squadra’: quella arbitrale).
Intenso anche il finale con l’emozione del capitano del Costa Masnaga nel pronunciare il giuramento dell’atleta, la fermezza del fischietto designato a leggere il giuramento degli arbitri e la musica a far vibrare le corde dell’anima con il canto degli italiani (l’inno di Mameli) e, dopo la dichiarazione di apertura dell’evento da parte di Giuseppe Amorosa, che in precedenza aveva presentato anche commissione esecutiva e istruttori arbitrali, un ulteriore momento di forte coreografia con i successi d’antan a salutare le ragazze pronte ad uscire dall’Arena.