Calcio a 5, la Chaminade passa a Torremaggiore

La Chaminade vince a Torremaggiore con una squadra rimananeggiata a causa degli infortuni e delle espulsioni. Un 7-4 che arriva su un campo difficile contro un’avversaria di tutto rispetto, che non merita l’attuale posizione in classifica. Fin da subito pressing del Torremaggiore, perde palla Cancio e Perkovic ne approfitta con un preciso diagonale che supera Wiegels ed è 1-0 per i locali. La gioia dura solo un giro di lancette: Vaino, con una conclusione dalla distanza, porta i sull’1-1. Percolo per i rossoblù: il Torremaggiore spreca l’occasione del vantaggio con Spinelli che non trova l’impatto con la sfera praticamente a porta sguarnita. Caddeo si accomoda in panchina dolorante dopo uno scontro di gioco. A metà tempo Chaminade già a quota cinque falli. Stringono i denti i ragazzi di Tavone che chiudono le maglie difensive pronti a ripartire. Sul capovolgimento di fronte e sul tiro di Arriazu Wiegels ci mette il piede. Passarelli commette il sesto fallo e tiro libero per i padroni di casa che Arriazu trasforma per il nuovo vantaggio del Torremaggiore.

Pronta risposta dei molisani con Paulinho che ruba palla e supera Fiotta, ma il palo gli nega la gioia. Il brasiliano si ripete con un diagonale troppo angolato. La conclusione di Gomez trova i pugni del numero uno dei locali. Questo solo il preludio al goal che arriva subito dopo con Cancio, 2-2 il parziale. Spinelli commette il sesto fallo, Paulinho tra i fischi del pubblico di casa non sbaglia e porta in vantaggio la Chaminade. Sul finire del primo tempo una rimessa laterale riscalda gli animi: Arriazu viene espulso per comportamento scorretto verso la panchina avversaria, rosso diretto per lui che reagisce e la situazione si complica. Pescolla prende un rosso, il dirigente Caserta si scaglia contro la panchina della Chaminade e gara finita anche per lui. C’è  ancora il tempo per il giallo di Lupoli. Si torna a giocare, a sette secondi dalla sirena Vaino recupera una palla difficile quasi sul corner, arriva al tiro e la palla supera Fiotta per il 4-2. La ripresa si apre con un’azione di prima Cancio-Paulinho-Gomez, il venezuelano capitalizza al meglio la triangolazione. Punizione di Perkovic per Tricarico, Paulinho ci mette il corpo. A metà del secondo tempo il Torremaggiore cambia gioco: il player Manager Olivieri è portiere in movimento e lo schema a cinque da i suoi frutti, Lupoli che realizza il 3-5. Tavone chiama minuto per riorganizzare le idee in campo. La Chaminade rientra tranquilla: rilancio di Wiegels per la testa di Cancio che allunga ancora sul +3. La gara si mette ulteriormente in salita per i locali, Perkovic trattiene vistosamente la divisa di Cancio lanciato in contropierpde, rosso diretto per il numero sei. Punizione per la Chami con Cancio che sigla la sua tripletta di giornata. Di Camillo subentra a Wiegels, per il portiere dell’Under 19 gaol a freddo con Natalino che realizza. C’è il tempo anche per il debutto in Serie B per Di Nunzio. Sabato prossimo si torna al Pala Selvapiana contro il Real Dem. N Mister Tavone potrà contare su Gonzalez e D’Alauro che hanno scontato il loro debito con la giustizia.

TORREMAGGIORE – CHAMINADE   (2-4) 4-7

TOREMAGGIORE: Fiotta, Angelini, Arriazu, Lupoli, Natalino, Olivieri, Pazienza, Perkovic, Russi, Spinelli, Tricarico, Di Genova. Dirigente: Caserta

CHAMINADE: Wiegels, Passarelli, Oriente, Pescolla, Paulinho, Caddeo, Cancio, Gomez, Vaino, Evangelista, Di Nunzio, Di Camillo. Allenatore: Tavone

ARIBITRI: Luca Panerani Sezione Roma 2 e Matteo Ottaviani Sezione di Trieste. Cronometrista: Pasquale Marcello Falcone della Sezione di Foggia

RETI:  ‘2″20 Perkovic (T), ‘3″21 – ‘0″08  Vaino (CCB) ’11″32 Arriazu (T),  ’13″23 (1T) -’16″15 (2T) – ’15″17 (2T) Cancio (CB) , ’16 Paulinho (CCB), ‘0″45 Gomez (2T) ( CCB), ’12″40 Lupoli (2T) (T), ’17 “14 Natalino (2T) (T)

FALLI: 1 tempo 6-6,  2 tempo 2-2

Tiri liberi: 1 ^tempo 1-1, 2^tempo 0-0  

NOTE: amm. Caddeo, amm. Gomez, espulso Arriazu, espulso a Pescolla, Espulso Caserta, amm. Lupoli, amm. Paulinho, espulso Perkovic, amm. Tricarico.