Calcio a 5, Cus Molise a Bisceglie con il neo acquisto Campanella. Out Barichello e Cioccia

CAMPOBASSO. Dopo la gran bella figura fatta in coppa Italia contro il Real San Giuseppe mercoledì sera quando è arrivata la sconfitta di misura contro una corazzata della categoria, il Circolo La Nebbia Cus Molise si rituffa nel campionato con la gara interna contro il fanalino di coda Futsal Bisceglie a verificare il momento di forma dei molisani. Molisani che potranno contare sull’apporto di Alessio Campanella, fresco di firma con il club campobassano. Il giocatore sarà tra i convocati per la sfida di domani pomeriggio. Una sfida che sulla carte non dovrebbe creare grossi problemi a capitan Di Stefano e compagni anche in virtù del fatto che i pugliesi dovrebbero presentarsi in Molise con un roster composto esclusivamente da giovani. Ma questo non deve far distogliere l’attenzione al gruppo, chiamato a dare continuità a risultati e prestazioni per mantenersi in alto in classifica dopo aver chiuso al sesto posto il girone di andata. Contro il Futsal Bisceglie mancheranno all’appello Barichello squalificato e Cioccia. Tutti gli altri elementi saranno a disposizione per cominciare la seconda parte di stagione nella maniera migliore.

«La buona prestazione offerta in casa del Real San Giuseppe è senza dubbio un buon viatico per il 2020 – assicura il tecnico Sanginario alla vigilia – abbiamo fatto grandi cose nella prima parte di stagione ma si sa che bisogna mantenere sempre alta l’attenzione per evitare di vanificare quanto di buono già messo in cassaforte”. L’attenzione del tecnico si sposta poi al match con i nerazzurri. “Non bisogna sottovalutare nessun avversario in questo campionato – sottolinea – quindi neanche il Bisceglie che seppur in difficoltà di classifica cercherà di fare bella figura. Per questo dobbiamo scendere in campo con la giusta grinta e determinazione onde evitare cattive sorprese. Nel girone di ritorno, il campionato è sempre più difficile, dal canto nostro abbiamo delle potenzialità importanti da poter sfruttare e dobbiamo farlo nel migliore dei modi”. L’obiettivo primario resta la salvezza. “Siamo partiti per quello – interviene con estrema serenità il tecnico molisano – una volta messo al sicuro l’obiettivo guarderemo eventualmente ad altro. Oggi conosciamo tutte le squadre del raggruppamento e sappiamo a grandi linee quali sono le loro potenzialità. Allo stesso tempo conosciamo anche quelle che sono le nostre importanti qualità, Perciò daremo battaglia su ogni campo per cercare di arrivare il più in alto possibile e alla fine tireremo le somme».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com